Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Caserta e Provincia

Medico aggredito a Lago Patria colto da infarto e operato al cuore

Pubblicato

in

medico aggredito


Medico aggredito a Lago Patria colto da infarto, Borrelli (Verdi): “Aggressioni inaccettabili che mettono a repentaglio la vita degli operatori sanitari. Adesso punizione esemplare per l’aggressore”.

 

“Il medico rianimatore in servizio con l’equipaggio del 118 che lo scorso 12 luglio a Lago Patria fu aggredita dal parente di una donna per la quale era stato chiesto soccorso, dopo essere stata refertata per le lesioni ricevute, è stata immediatamente sottoposta ad intervento per 2 bypass per una ostruzione del 75%.

Secondo la denuncia dell’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’ dalle analisi del sangue immediatamente disposte in seguito all’aggressione, è uscito un valore altissimo per la Troponina. Di qui gli ulteriori accertamenti e il ricovero immediato. Quindi oltre ai pugni ricevuti e al trauma costale si aggiunge un danno permanente ed una inabilità al lavoro. Un episodio sconcertante per il quale chiedo che sia adottata la massima severità nel giudicare l’aggressore”. Queste le parole del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Donna muore per strangolamento a Giugliano, i familiari aggrediscono i medici: aperta un’inchiesta

 

“Cresce nuovamente il numero di aggressioni ai danni del personale sanitario – prosegue Borrelli – con il crescere delle persone che si recano in ospedale o che ricorrono ai servizi del 118 dopo il lockdown. Segno evidente che la cultura di violenza e prevaricazione non si è affatto assopita. Serve incrementare il numero di ambulanze con telecamere a bordo e la video sorveglianza negli ospedali, oltre alla previsione di drappelli fissi di forze dell’ordine. Non abbassiamo la guardia sul tema della violenza contro medici e infermieri”.

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Accoltella il fratello e si barrica in casa minacciando il suicidio: arrestato

Pubblicato

in

Accoltella il fratello e si barrica in casa minacciando il suicidio: arrestato

 

E’ successo ieri a Frignano, in provincia di Caserta. I Carabinieri sono intervenuti in un’abitazione dove personale del 118, giunto sul posto poco prima, aveva segnalato una persona ferita a seguito di una lite in famiglia. Sul posto i militari dell’Arma hanno identificato un 48enne di Casaluce che, con un coltello da cucina e per futili motivi, aveva ferito il fratello, residente a Frignano.

La vittima è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale “G. Moscati” di Aversa. Non è in pericolo di vita. L’aggressore, invece, immediatamente dopo aver ferito il fratello, si è barricato in casa manifestando la volontà di togliersi la vita.I Carabinieri hanno attivato il protocollo di negoziazione con personale specializzato del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Caserta che ha intrecciato una trattativa con l’uomo, protrattasi per l’intera notte e risolta stamattina, quando il 48enne si è consegnato illeso ai Carabinieri.

Continua a leggere



Campania

Coronavirus, sale a 8 il numero dei contagiati nel carcere di Benevento

Pubblicato

in

Coronavirus, sale a 8 il numero dei contagiati nel carcere di Benevento.

 

Cinque unita’ di personale – di cui 4 a seguito di tampone eseguito in carcere – e 3 detenuti, tutti isolati. Questa la situazione, riferiscono fonti del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, in merito ai contagi da Covid-19 registrati alla casa circondariale di Benevento.

Il Dap, a quanto si apprende, sta monitorando costantemente la situazione e la Asl di Benevento ha comunicato oggi al provveditorato della Campania che aumentera’ il numero dei tamponi da effettuare sul personale da 20 a 30 al giorno.

Continua a leggere



Le Notizie più lette