delitto-a-corte
Portici

Delitto a corte: il teatro si unisce al gioco nell’Orto botanico di Portici

Delitto a corte: il teatro si unisce al gioco nell’Orto botanico di Portici

 

Sabato 18 Luglio, a grande richiesta, torna il format ideato da KARMA: la visita -spettacolo con delitto.
Per l’occasione è stato scelto un luogo molto particolare: l’orto botanico della Reggia di Portici.

Ma in cosa consiste il format?
Ce lo spiega il regista Antonio Ruocco: “Si tratta di un format particolare che abbiamo ideato qualche anno fa e già sperimentato al Museo di Pietrarsa e al Mav.
E, stavolta, abbiamo scelto l’orto botanico della reggia di Portici per assicurare il distanziamento sociale, restare all’aria aperta, far scoprire un nuovo posto ai nostri spettatori, ma, soprattutto, ambientare la scena nel diciottesimo secolo.
Praticamente il teatro si unisce al gioco e i protagonisti, oltre ad essere gli attori saranno gli stessi spettatori”.

Si, perché sarà una vera e propria indagine: muniti di carta e penna, i partecipanti prenderanno appunti e diventeranno indagatori insieme a Re Ferdinando che sarà colui che interrogherà i sospettati.
6 attori in scena, 5 di loro sospettati di omicidio e Re Ferdinando che indagherà.
E così tra risate, storia e teatro prende vita un format che assegnerà anche dei premi ai partecipanti, come ci spiega il responsabile organizzativo, Antonio Raia: “Sarà un mix tra spettacolo e gioco, ma sarà tutto basato su uno sfondo storico.
Un format del genere non era mai stato realizzato. Normalmente si organizzano le cene, le serate, gli aperitivi con delitto, ma noi abbiamo voluto utilizzare la nostra formula della visita-spettacolo per restare sul nostro campo.

Le persone saranno divise per squadra e indagheranno, cercando di carpire segnali durante gli interrogatori.
Alla fine, alle prime tre squadre saranno assegnati dei premi”.
In scena, oltre a Re Ferdinando, interpretato da Ciro Scherma, ci saranno Malogno, fidato amico del re, interpretato da Ciro Pellegrino, lo stalliere Gioacchino (Antonio Botta), Lord Pent (Diego Consiglio), la francese Madame Julie (Valeria Ariota), il cuoco Timballo (Luigi Imperato).

Ognuno di loro è un possibile sospettato.
Spetterà ai partecipanti allo spettacolo scoprire chi è l’assassino.
Un nuovo format targato KARMA tra teatro, cultura e tante risate

Pubblicità'

Coronavirus: tra viaggiatori in arrivo in Campania i positivi sono 4 volte in più degli stanziali

Notizia Precedente

‘La bambina di legno’ rischia di morire. Caso Arianna Manzo, nuova lettera a De Luca

Prossima Notizia