Seguici sui Social

Cultura

#ARTerie, Roberto D’Avascio: “Napoli in un contesto culturale europeo”


PUBBLICITA

Pubblicato

il

roberto-davascio

PUBBLICITA

#ARTerie – Musica, teatro, cinema e danza. Roberto D’Avascio: “Con #ARTerie il Comune di Napoli si è inserito in un contesto culturale europeo”

 

 

#ARTerie propone oltre 100 eventi, a ingresso gratuito (prenotazione obbligatoria), in programma in più luoghi del centro e della periferia della città: Maschio Angioino, Villa Comunale, Parco del Poggio ai Colli Aminei, Parco Attianese a Pianura, Cortile del Nest, Parco Troisi, Cortile Macadam a San Giovanni a Teduccio, Arena del Museo Ferroviario di Pietrarsa, Cortile dell’Annunziata e Villa Comunale di Scampia. Un vasto cartellone di eventi che si concluderà all’Arena di Piazza Garibaldi.

Questa caratteristica di ramificazione di #ARTerie, rassegna di musica, teatro, cinema e danza, organizzata grazie a una forte sinergia tra l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e il servizio turismo, con il coinvolgimento di importanti realtà culturali territoriali, “inserisce Napoli in una dimensione europea, grazie a una innovativa proposta culturale di vasi comunicanti tra centro e periferie – afferma Roberto D’Avascio, presidente Arci Movie –. Immaginare una rassegna estiva disseminata soprattutto tra tutte le periferie, anche quelle più lontane dal centro storico di Napoli, significa attuare una politica davvero dal basso, una politica della prossimità, che segue da vicino l’orizzonte di rinnovamento sociale lanciato dalla sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, che lo scorso anno ha teorizzato la “città dei 15 minuti”, una città più vivibile e ambientalista, nella quale il cittadino ha la possibilità di arrivare in pochi minuti presso la scuola, l’ospedale, il parco o la manifestazione culturale del proprio quartiere. Si tratta di un’idea che rafforza la socialità di tutti i territori e che punta su un forte rilancio dei trasporti pubblici, per rendere centrale ogni periferia. Arterie va esattamente in questa direzione e fa sentire Napoli una città molto europea”

#ARTerie è finanziato con Fondi POC 2014. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito. In ottemperanza alle norme imposte dall’emergenza da Covid 19 è obbligatoria la prenotazione.

Potrebbe interessarti anche rda https://www.cronachedellacampania.it/2020/07/arterie-dal-23-luglio-al-13-settembre-oltre-100-eventi-in-tanti-luoghi-di-napoli/

LEGGI ANCHE  Donna ferita a Mugnano: è stata una scheggia e non un proiettile

Il programma dal 30 luglio al 2 agosto

Giovedì 30 luglio, nel Cortile del Teatro Nest, è in programma la proiezione del film di Mario Martone “Il Sindaco del Rione Sanità”. Venerdì 31 luglio, nel Cortile dell’Annunziata c’è il teatro con “Quotidiane ispirazioni”. In scena Francesco di Leva e Adriano Pantaleo. Sabato 1 agosto all’Arena del Museo Ferroviario di Pietrarsa, appuntamento con il teatro e Giovanni Esposito in “EXIT”. Domenica 2 agosto, nel Cortile dell’Annunziata, Tony Tammaro in “La Sociologia sta sotto casa mia”. Tutti gli spettacoli iniziano alle 21. Prenotazione obbligatoria: jescesole02@gmail.com – 081 5520906 – 3388176452 (whatsapp)

Nella Villa Comunale di Napoli, tre appuntamenti di musica e uno di cinema. Giovedì 30 luglio, nell’ambito della rassegna Summer Live Tones, in programma “Marchio Bossa” con Maria Enrica Lotesoriere, Pippo Lombardo, Antonio Grimaldi, Fabio Delle Foglie. Venerdì 31luglio, spazio al cinema con “365 Paolo Fresu, il tempo di un viaggio”. Sabato 1 agosto, sempre per Summer Live Tones, “I Moschettieri” con Seby Burgio, Vince Abbracciante, Giuseppe Bassi. Domenica 2 agosto, c’è “Parthenoplay”, con Marina Bruno, Giuseppe di Capua, Gianfranco Campagnoli, Tommaso Scannapieco, Giuseppe La Pusata. Tutti gli spettacoli iniziano alle ore 21. Prenotazione obbligatoria: info@ravellosrl.com.

Nella Villa Comunale di Scampia, giovedì 30 luglio, Francesca Curti Giardina si esibisce nel “Concerto Classica Napoletana”. In scena con lei, Dario Di Pietro e Andrea Bonetti. Venerdì 31 luglio, in programma “‘Mandulinata a Napoli. Canzoni Napoletane sotto le stelle”, con Mario Maglione e Michele Cordova. Sabato 1 agosto,
in programma Ciro Capano in Concerto / Suoni e Sospiri Di Napoli, un recital di Ciro Capano con le Canzoni Classiche Napoletane. In scena con lui, Nunzio Ricci. Domenica 2 agosto, Maria Marone in La Canzone Meridionale. In scena Maria Marone (voce) – Massimo Ferrante (chitarra e voce) – Fabio Soriano (fiati).

Tutti gli spettacoli iniziano alle 19. Prenotazione obbligatoria: Il Canto di Virgilio // 3388615640 – 0813425603.

Guarda anche: https://www.facebook.com/watch/?v=322349415620444

 


Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Casa del Bicenetenario- implementato il sistema di monitoraggio ambientale

Il Parco Archeologico di Ercolano potenzia il sistema di  monitoraggio ambientale per affrontare con la consapevolezza dei dati la sfida della conservazione e della fruizione nel XXI secolo.

Pubblicato

il

Parco Archeologico di Ercolano, alla Casa del Bicentenario il sistema di monitoraggio ambientale e la stazione metereologica pronti a rilevare l’impatto della riapertura al pubblico

Il Parco Archeologico di Ercolano potenzia il sistema di  monitoraggio ambientale per affrontare con la consapevolezza dei dati la sfida della conservazione e della fruizione nel XXI secolo.

Il progetto pilota si svolge nella Casa del Bicentenario dove, dopo 10 anni di rilevamenti effettuati nel monumento chiuso al pubblico, le indagini si allargano a studiare l’interazione con i visitatori mappando il percorso che seguono all’interno della casa e tenendo conto dei cicli delle stagioni.

È stato implementato in questi giorni l’apparato di controllo della stazione metereologica all’interno del tablino della casa grazie ad ulteriori sensori per monitorare e valutare le condizioni climatiche interne ed esterne del sito di Ercolano. Il fine è di individuare possibili rischi alla salvaguardia delle superfici decorate, e preservarle assieme alle preziose superfici architettoniche, in previsione del ritorno dei visitatori in presenza all’interno del sito. I risultati del monitoraggio aiuteranno i restauratori e la Direzione del Parco a sviluppare e sperimentare strategie per il miglioramento delle condizioni ambientali in modo da attenuare lo sviluppo e gli eventuali ulteriori fenomeni di degrado, trovando applicazione in altri edifici e pitture murali del sito archeologico.

Operativamente il monitoraggio è stato studiato in due fasi, una “breve” della durata di due mesi, nella quale oltre al rilevamento dei parametri termici e igrometrici verranno anche testati alcuni materiali di nuova generazione (film plastici, reti sintetiche con tramature differenti) per schermare l’ambiente interno dai raggi UV e ridurre lo scambio d’aria con l’esterno, in modo da minimizzare le fluttuazioni nell’ambiente del tablino. I materiali che risulteranno più idonei serviranno per il successivo “monitoraggio a lungo termine”, della durata di un anno. Per il monitoraggio provvisorio sono stati installati dei sensori al centro dell’ambiente del Tablino, nel corridoio laterale e in esterno, con una stazione installata nel giardino.

LEGGI ANCHE  Sarno, morto per covid il noto analista Salvatore Esposito

Sul tetto della Domus è stata posizionata una stazione meteo. Il sistema di trasmissione dei dati acquisiti da questi quattro sensori, posti su piedistalli, per la consultazione degli stessi, avverrà “da remoto”, con appositi software forniti alla direzione del Parco.

Casa del Bicentenario

Il progetto è condotto congiuntamente dal Parco Archeologico di Ercolano, l’Herculaneum Conservation Project e il Getty Conservation Institute, e, come dichiara il Direttore Francesco Sirano “dimostra ancora una volta come il percorso fatto fin qui è il frutto del contributo fondamentale che può portare il partner privato, sia esso filantropico sia scientifico, quando si uniscono le forze, a sostenere l’amministrazione pubblica nella tutela e valorizzazione del bene culturale.

Negli ultimi anni Ercolano ha dimostrato di essere un esempio virtuoso di gestione pubblica in grado di garantire la salvaguardia e la conservazione del sito e di saperne rilanciare l’immagine. L’avanzamento di questi giorni, insieme ai progetti innovativi di monitoraggio che portiamo avanti per la salvaguardia dei legni antichi e per l’osservazione satellitare degli effetti del cambiamento climatico e dei movimenti tellurici, ci permetterà di proseguire nella costruzione di un approccio rivoluzionario alla progettazione e alla salvaguardia di Ercolano, patrimonio culturale dell’Umanità, nell’intento di elaborare, grazie all’approccio multidisciplinare e alla collaborazione internazionale, buone pratiche condivisibili anche con altri luoghi della cultura “.

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2021/01/pompei-il-restauro-delle-colonne-della-casa-del-fauno-il-video/

La Casa del Bicentenario si trova nel centro del Parco Archeologico di Ercolano, si affaccia sulla strada principale a pochi passi dal foro e dal teatro. Dall’ottobre 2019 la casa è stata  riaperta con un progetto sperimentale di visite, quando i lavori di restauro non erano ancora stati completati, ma si decise di riaprire condividendo con il pubblico proprio le attività utili a restituirla alla visita e per invitare i visitatori a partecipare il delicato processo che normalmente è gestito solo da specialisti.

Continua a leggere

Le Notizie più lette