Agcom diffida Mediaset per le frasi di Feltri sui Meridionali

SULLO STESSO ARGOMENTO

Agcom diffida Mediaset per le frasi di Feltri sui Meridionali per la puntata di ‘Fuori dal coro’, andata in onda lo scorso 21 aprile su Rete4, gia’ finita al centro delle polemiche per le dichiarazioni di Vittorio Feltri sui meridionali.

Il Consiglio dell’Autorita’, spiega una nota, “ha accertato la violazione del regolamento di contrasto all’hate speech”: in particolare, l’Agcom “ha rilevato che il conduttore della trasmissione, Mario Giordano, non si e’ adeguatamente dissociato dalle dichiarazioni di Feltri riguardo i ‘meridionali’ e, tenendo conto della ripetitivita’ e della gravita’ dell’insieme degli episodi gia’ contestati all’emittente per la medesima trasmissione”, ha diffidato l’emittente “a non reiterare le condotte contestate”.

Il Consiglio dell’Autorita’ per le Garanzie nelle Comunicazioni – si legge nella nota – ha accertato la violazione del regolamento di contrasto all’hate speech di cui alla delibera 157/19/CONS nei confronti dell’emittente R.T.I in relazione a quanto accaduto nella puntata del 21 aprile 2020 della trasmissione ‘Fuori dal Coro’ che per l’occasione ospitava il giornalista Vittorio Feltri. In particolare, l’Autorita’ ha rilevato che il conduttore della trasmissione, Mario Giordano, non si e’ adeguatamente dissociato dalle dichiarazioni di Feltri riguardo i ‘meridionali’ e, tenendo conto della ripetitivita’ e della gravita’ dell’insieme degli episodi gia’ contestati all’emittente per la medesima trasmissione, ha applicato l’articolo 7 comma 3 del Regolamento diffidando l’emittente a non reiterare le condotte contestate”.

Inoltre, “anche in ragione di una nuova contestazione per violazione del regolamento di contrasto all’hate speech inviata alla stessa emittente per il comportamento tenuto dal conduttore in relazione alle dichiarazioni di Iva Zanicchi nella puntata della trasmissione Fuori dal Coro del 16 giugno – spiega ancora l’organismo di garanzia – l’Autorita’ si e’ riservata un’analisi complessiva dell’intero ciclo della trasmissione al fine di individuare l’eventuale natura sistematica di violazione dei principi di cui agli art. 3, 4 e 32 del Tusmar”. Nella stessa riunione il Consiglio dell’Acgom “ha diffidato l’emittente Radio 105 a non reiterare nella trasmissione ‘ZOO105’ espressioni dal contenuto fortemente denigratorio rispetto a categorie oggetto di stereotipi in quanto estranee all’eccezione della satira e in violazione del regolamento di contrasto all’hate speech”.






LEGGI ANCHE

Napoli, furti in serie in abitazioni e cantieri: quattro misure cautelari

Quattro uomini sono stati raggiunti dalle misure emesse dal gip del tribunale di Napoli Nord per reati di furto aggravato, ricettazione e resistenza a...

Arrestato a Avellino un 30enne per possesso di materiale pedopornografico

Un uomo di 30 anni residente in provincia di Avellino è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano. L'uomo è stato condannato per...

Presentazione del libro ‘Enrico Caruso e la scuola ciandelliana’ di Enrica Donisi a Napoli

Il 23 febbraio, alle ore 11:30, presso la Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo a Napoli, si terrà la presentazione del volume "Enrico Caruso...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE