Spiagge libere, Borrelli (Verdi): “Domenica di mare negata a migliaia di famiglie . Sindaci trovino soluzione per garantire a tutti il diritto a usufruire dei litorali istituendo i Covid manager”.

 

“Domenica di mare negata a migliaia di famiglie in tutta la Campania che si sono viste sbarrare la strada alle spiagge libere dalle interdizioni delle amministrazioni comunali. Tanti i problemi legati alla gestione e al controllo di queste aree e il braccio di ferro tra istituzioni non fa altro che danneggiare le famiglie, già duramente colpita dall’emergenza coronavirus. E’ tempo che i sindaci trovino soluzioni concrete per garantire il diritto al mare ai loro cittadini. Uno spunto davvero interessante viene, ad esempio, dal comune di Minori dove l’amministrazione ha promosso un bando per 24 borse di lavoro da 600 euro per le sentinelle della sicurezza delle spiagge coordinate da un covid manager. La trovo un’esperienza da replicare perché coniuga la fruibilità della spiaggia in piena sicurezza con l’offerta di un’opportunità di lavoro a chi ha avuto difficoltà lavorative a causa dell’emergenza”. Lo ha affermato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

 

“La ripartenza a due velocità rischia di consumare una nuova grande ingiustizia sociale – ha proseguito Borrelli – tra chi ha la possibilità di accedere ai lidi privati concessionari di titoli demaniali e chi deve invece attendere i tempi della burocrazia e dei confronti tra istituzioni per portare al mare i figli. Tutto ciò è inaccettabile. Nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti covid si dia a tutti l’agio di poter trascorrere qualche ora in spiaggia con la famiglia”.



Pubblicità'

Nuova notte di proteste e scontri negli Usa per la morte di Floyd

Notizia Precedente

Coronavirus, oltre 6 milioni di casi al mondo e 372mila morti

Prossima Notizia