Processo Cerciello, il pusher di Trastevere in aula: ‘Quella sera non ero lì’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Processo Cerciello: “La sera della morte del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega non ero a Trastevere per spacciare droga. Non ho niente a che fare con alcuna cessione di stupefacenti”.

 

Lo ha detto il presunto pusher Italo Pompei nel corso dell’udienza di oggi – che si e’ svolta a porte chiuse, nell’aula Occorsio del tribunale di Roma – del processo per l’omicidio di Cerciello Rega avvenuto a Roma il 26 luglio scorso. Sempre Pompei ha spiegato in aula di non conoscere Cerciello e di non essere un informatore delle forze dell’ordine. E ha parlato anche di Sergio Brugiatelli, presunto mediatore nel tentato acquisto di droga da parte dei due studenti americani imputati per omicidio.

“Brugiatelli lo conosco, ma non e’ una persona affidabile e’ solo un ubriacone. Ci si puo’ parlare la mattina, ma il pomeriggio e la sera e’ perennemente sbronzo”. Di Finnegan Lee Elder e Christian Natale Hjorth, i due giovani americani arrestati per l’omicidio, Pompei ha riferito di aver visto solo Natale che, appena sono arrivati i militari in borghese e si sono identificati, “e’ scappato via come un fulmine”. Nella prossima udienza sara’ ascoltato Brugiatelli.

    Nel corso dell’udienza e’ stato ascoltato anche il carabiniere D’Alessandro della stazione di piazza Farnese, che quella sera era fuori servizio ma assieme ad un collega noto’ che stava avvenendo una cessione di droga. Il militare ha ribadito che intimarono l’alt e dissero che erano carabinieri ma gli americani si diedero alla fuga.






    LEGGI ANCHE

    Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

    Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE