la Juve processa sarri,sorella ronaldo,  La Juve processa Sarri, la sorella Ronaldo lo attacca ma non è l’unico colpevole


La Juve processa Sarri, la sorella Ronaldo lo attacca ma non è l’unico colpevole. C’è un senso di mestizia dentro e attorno alla Juventus, battuta (meritatamente) per la seconda volta in una finale (la prima è stata con la Lazio in Supercoppa) in questa stagione, non tanto per l’amarezza della sconfitta quanto per la mancanza di prospettive che il doloroso ko dell’Olimpico ha messo in evidenza.

 

La Juventus di Maurizio Sarri non è mai nata, non c’è mai stata, nemmeno quando la squadra non doveva scrollarsi di dosso le ruggini del coronavirus. E, forse, mai ci sarà. Ma adesso è troppo comodo prendersela solo con l’allenatore, uno sport facilmente praticabile. Persino la sorella di Ronaldo, Elma, si è sentita in diritto di picchiare duro nel tentativo di difendere il fratello, tornato dal lockdown dorato di Madeira in condizioni pessime. “Cosa altro può fare? Da solo il mio tesoro non fa miracoli. Non capisco come si possa giocare così comunque… Testa alta, di più non potevi fare”. Non è proprio così, perché CR7 è lontano parente del fuoriclasse decisivo ammirato e applaudito nei mesi scorsi. E di responsabilità, ovviamente, ne ha anche lui. Come tutti. Elma se ne faccia una ragione.Comunque è vero, i bianconeri giocano male: non da ieri o da ieri l’altro. E dire che Sarri è stato chiamato a dirigere le operazioni tattiche della Continassa perché Massimiliano Allegri era bravo, vinceva, aveva il ‘phisique du role’ però non divertiva. Il suo calcio era asciutto come un cracker, non spumeggiante come quello del tecnico ex Chelsea che, ora, solleva dubbi in una parte della dirigenza, quella che è sempre stata meno propensa a mettere in atto il ribaltone. “Noi siamo abituati a risolvere le partite con le giocate individuali di giocatori che vogliono la palla sui piedi, ma i tre davanti adesso non hanno brillantezza. Il nostro problema è quello”, l’analisi dell’allenatore che, così dicendo, sminuisce però l’importanza della sua presenza. Può esiste la filosofia del ‘palla avanti che poi ci pensano loro?’. Domanda e risposta sono pleonastiche.La squadra è imballata, le stelle per il momento sono spente e magari si riaccenderanno. Una speranza più che una certezza. La sensazione è che manchi il senso di appartenenza alla Juventus, quel dna che portavano nello spogliatoio i garantisti storici. Oggi ci sono troppi stranieri e troppo pochi italiani. L’immagine di Andrea Agnelli che signorilmente premia i giocatori del Napoli è stata una lezione di stile e, insieme, la fotografia di un disagio.

Eppure anche la dirigenza non è esente da responsabilità. Rabiot e Ramsey sono parametri zero con ingaggi altissimi che non hanno fatto la differenza e sono in rampa di lancio mercato, Danilo è un onesto podista, Demiral si è spaccato, De Ligt sta uscendo alla distanza ma è stato strapagato. Insomma, troppi flop. E poi le chiacchiere mercantili durante il coronavirus hanno avuto esiti devastanti su alcuni giocatori: Pjanic su tutti, poi Higuain. Magari la situazione andava gestita meglio. Come le partite sul campo. La Juventus che in 180 minuti non fa un gol e crea una manciata di occasioni fa strabuzzare gli occhi. A chi la guarda e, probabilmente, anche a Sarri.

 



Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Covid, cresce il tasso di positività in Italia: oggi al 6,6%

I nuovi casi oggi sono 23.641 mentre le vittime sono 307. Sono invece 13.984 i nuovi guariti
Leggi tutto

Napoli, controlli ai Decumani: chiuso un bar

I controlli in piazza San Giovanni Maggiore, largo Girolamo Giusso, largo Banchi Nuovi, via Mezzocannone
Leggi tutto

Covid, altri 2843 nuovi casi in Campania

La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari a 11,13%. Precisazione sulla zona rossa
Leggi tutto

Scafati, barman muore di covid a 39 anni

Luigi Barbaro è morto nell'ospedale di Ariana Irpino. A Scafati non c'è posto e da giorni c'è la fila delle...
Leggi tutto

Confesercenti Campania: ‘Senza sostegno zona rossa è colpo mortale’

Vincenzo Schiavo: "Un colpo mortale per le aziende se non ci saranno immediati sostegni"
Leggi tutto

Controlli a Licola: decine di persone identificate e multate

Operazione dei carabinieri della compagnia di Pozzuoli
Leggi tutto

Caserta, rifiuti dati alle fiamme all’ingresso del Duomo, danneggiate le mura della chiesa

Borrelli: "Il Duomo di Caserta usato come inceneritore è un comportamento criminale che va punito, si faccia luce sui responsabili."
Leggi tutto

Controlli interforze a Chiaia, un parcheggiatore abusivo denunciato

Controllate anche 15 autovetture e 3 motocicli
Leggi tutto

Al Duomo di Salerno, commemorazione in ricordo del dottor Giovanni Palatucci

Giovanni Palatucci, penultimo Questore della città di Fiume italiana, che, dal novembre del 1937, salvò dalla deportazione migliaia di perseguitati,...
Leggi tutto

Interrogazione parlamentare su ospedale unico in Penisola Sorrentina

Carmen Di Lauro (M5s): 'Rivedere il progetto'. L'ospedale dovrebbe sorgere a Sant'Agnello
Leggi tutto

Napoli, vende profumi in un basso a Poggioreale: denunciato

I poliziotti hanno scoperto un vero e proprio “negozio” allestito con scaffali, espositori, e 520 confezioni di profumi di noti...
Leggi tutto

Napoli, gente in strada ma senza criticità

Sul Lungomare più auto che pedoni. Più affollate invece le strade dello shopping come via Toledo e la zona del...
Leggi tutto

La Regione Campania dà l’ok al vaccino per i giornalisti

La comunicazione del presidente dell'Ordine, Ottavio Lucarelli
Leggi tutto

Omicidio Cerciello Rega: chiesto l’ergastolo per i due americani

Il vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega è stato ucciso la notte tra il 25 ed il 26 luglio del...
Leggi tutto

Napoli, controlli al quartiere Mercato: oltre 100 identificati

Multe e sequestri da parte della polizia nel corso dell'operazione Alto Impatto
Leggi tutto

Napoli, si ferma Bakayoko. Col Bologna Demme titolare

Lozano ha fatto terapie e lavoro personalizzato in campo. Per Petagna terapie e lavoro personalizzato in palestra
Leggi tutto

Napoli, scontro tra auto e moto a Scampia: 2 morti

L'incidente in via Ghisleri. Le due vittime viaggiavano su uno scooter
Leggi tutto

Picchiato dai suoi datori di lavoro: arrestati in 3

E' accaduto a Sant'Antonio Abate. L'uomo era stato accusato ingiustamente del furto di 100 forme di Parmigiano Reggiano
Leggi tutto

Anestesista-rianimatore del Cotugno: ‘Assistenza non garantita, subito un lockdown’

Il primo cittadino di Calvi Risorta, Giovanni Lombardi lancia l'allarme: "Pazienti critici lasciati senza letto, è un dramma"
Leggi tutto

Operazione terra dei Fuochi a Marano: 1 denunciato

In azione esercito e Polizia municipale: sequestrata un'area di 300 metri quadrati
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..