Chiazze marroni e sporcizia nel mare di San Giovanni a Teduccio, Borrelli: “Situazione delle nostre acque sta diventando preoccupante, servono misure più rigide. Chiesta analisi dei campioni”.

 

“Grosse chiazze marroni, sporcizia varia, cartacce, mozziconi di sigaretta. E’ questo, come ci hanno segnalato alcuni cittadini, il quadro che questa mattina presentava il mare di San Giovanni a Teduccio. Uno spettacolo raccapricciante, frutto di sversamenti illegali e avventori incivili che credono di poter trattare il mare come una pattumiera pubblica. Purtroppo, come denunciamo da mesi, la situazione delle acque della nostra regione sta iniziando a diventare pericolosa e preoccupante.

LEGGI ANCHE  Covid in Campania, 449 nuovi casi: scende il tasso di positività

 

Ogni giorno i cittadini ci inviano immagini di chiazze in mare, rifiuti, raccontandoci situazioni vergognose e tanfo insopportabile. Anche in questo caso abbiamo deciso di contattare l’Arpac per chiedere l’analisi delle acque e verificare se siano presenti sostanze nocive. Chiediamo da tempo di applicare misure più stringenti e controlli serrati per evitare di ritrovarci, ogni volta, a raccontare questo scempio”. Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.


Acerra, spacciavano cocaina in piazza: arrestati in due

Notizia precedente

Coronavirus, 224 nuovi casi in Italia: il 57,1% in Lombardia. Le vittime 24

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..


Commenti

I Commenti sono chiusi