Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Musica

7 giorni alla chiusura del bando per partecipare a Sound Bocs, la prima residenza artistica a sfondo civile di Musica contro le mafie

Pubblicato

in

musicacontrolemafie


Mancano 7 giorni e sono più di 100 le candidature ricevute per partecipare alla prima Music Farm a sfondo civile realizzata in organizzata da Musica contro le Mafie

Numeri consistenti, nonostante il momento, che portano all’ampliamento del progetto con la partecipazione di nuovi ospiti che si uniranno ai nomi già annunciati del mondo della musica e non solo. In un’emergenza che ha avuto un forte impatto sulle professionalità dello spettacolo e della musica in generale, un comparto che non ha ancora ricevuto la considerazione che merita; Sound Bocs fa tesoro delle competenze di esperti del mondo musicale e dell’impegno civile allargando il team con altri quattro professionisti: dal musicista e produttore Roy Paci a Stefania Giuffrè, tra le manager più visionarie e costruttive della musica attuale (Levante, Mannarino); da Demetrio Chiappa presidente di Doc Servizi a Roberta Rei, giornalista e conduttrice de Le Iene. Dal 7 al 20 Settembre le fasi live mentre il 20 giugno saranno annunciati i nomi dei 10 artisti che avranno la possibilità di partecipare alla Prima Residenza Artistica di Musica contro le mafie che, con l’immancabile supporto dei 4 coach [Cecilia Cesario, Vladimir Costabile, Stefano Amato e Gennaro de Rosa – altre info], incontreranno tutti gli ospiti [già annunciati gli artisti Maurizio Capone, Kiave, Annalisa Insardà; il giornalista Marcello Ravveduto e Pino Gagliardi; i manager ed esperti in marketing Massimo Bonelli, Daniela Serra e Vincenzo Russolillo, Nicolò Zaganelli- altre info] fisicamente o virtualmente.  In questa nuova normalità, con le potenzialità del digitale, non ci sarà più differenza tra virtuale e reale tanto da rendere gli incontri vivi, partecipati, in modalità quanto più possibile vicino alla realtà aumentata. Musica contro le mafie ha avuto la capacità di capire che le norme attuali non sono un impedimento, ma un’occasione per costruire diversamente nuovi spazi di condivisione e socialità. Ogni artista avrà accesso a una residenza privata, nel pieno rispetto delle norme di distanziamento fisico che non deve tradursi in distanziamento sociale, tanto che la partecipazione sarà più interattiva e coinvolgente che mai, non solo con una giuria di millennials dal vivo, fino al numero consentito, ma con una platea di spettatori senza limiti, anche a km di distanza. La musica e l’impegno civile, non solo non si fermano, ma cambiando ritmo, si evolvono e  possono sprigionare tutta l’energia che serve per rimettersi in moto. Un progetto supportato da “Perchicrea” di MIBACT E SIAE.

Continua a leggere
Pubblicità

Musica

Francesco Monte prosegue il suo percorso musicale con ‘Crazy’, su tutte le piattaforme digitali

Pubblicato

in

Prosegue la carriera musicale di Francesco Monte: è uscito “Crazy”

 

 

Dopo il debutto discografico, affiancato da Marcello Sutera, l’artista tarantino presenta la sua prima canzone interamente interpretata in lingua inglese
“Il futuro? Spigolando tra R&B e Hip-Hop vado alla ricerca di un sound tutto mio”

Dopo il debutto discografico con “Siamo già domani”, uscito lo scorso 17 luglio e già diventato un vero e proprio tormentone social, prosegue il percorso musicale di Francesco Monte che ha trascorso queste settimane in sala di registrazione per incidere nuovi brani.

Il 18 settembre, prodotto in collaborazione con Marcello Sutera, è uscito su tutte le piattaforme “Crazy”, la sua prima canzone interamente interpretata in lingua inglese.

Il brano – una cover, liberamente riadattata, del celebre lavoro di Gnaris Barkley – offre indicazioni interessanti anche sulle prospettive musicali di Monte sempre più catturato, come lui stesso ammette, dalle vibrazioni R&B e hip-hop: “Siamo già domani – spiega l’artista tarantino – è stato una sorta di ‘primo giorno di scuola’, il brano giusto per debuttare in un mondo che non conoscevo. Il progetto, però, è quello di cimentarsi in filoni musicali più impegnativi e, con l’aiuto di professionisti d’indiscutibile valore, cominciare a lavorare su testi ancora più interessanti”.

“In ‘Crazy’ – prosegue Monte – mi sono molto divertito a reinterpretare il brano di Barkley, rallentando l’arrangiamento e declinando il tutto in chiave R&B con la contaminazione di suoni più profondi. L’obiettivo, attraverso un intenso lavoro di ricerca e di sperimentazione, è quello di arrivare ad un sound tutto nostro che si ispiri a tanti, ma senza copiare nessuno”.

Al brano (da segnalare la partecipazione ai cori di Valentina Ducros) è allegato un videoclip, per la regia di Giampiero Allicchio (vincitore del 53° Golden Globe) che sarà distribuito sulla piattaforma youtube.

Continua a leggere



Musica

‘Voci per la libertà’ in tour: il 23 settembre a Rovigo con H.E.R. e Grace N Kaos

Pubblicato

in

“Voci per la libertà”, il festival legato ad Amnesty International e giunto nel luglio scorso a Rosolina Mare alla sua ventitreesima edizione, parte in tour. La prima tappa sarà mercoledì 23 settembre a Rovigo nell’ambito del Wallabe Festival, quando si esibiranno i vincitori delle ultime due edizioni del Premio Amnesty International nella sezione Emergenti, ovvero H.E.R. e i Grace N Kaos.

 

 

H.E.R. (al secolo, Erma Pia Castriota) ha vinto nel 2020 con “Il mondo non cambia mai”, un pezzo elettropop contro le discriminazioni, che lei, artista transgender, conosce bene, avendole vissuta in prima persona. I polesani Grace N Kaos, che hanno prevalso nel 2019 con la canzone “Nero” (sul tema del caporalato e dello sfruttamento del lavoro agricolo), presenteranno in anteprima il loro nuovo spettacolo #Kaoscamp, affiancati dal compositore Graziano Beggio.

Durante la serata, in programma in piazza Vittorio Emanuele II alle 21, verranno presentate anche due campagne di Amnesty International: “Libertà per Patrick Zaki”, lo studente egiziano di Bologna ingiustamente incarcerato in Egitto, e #Iolochiedo: il sesso senza consenso è stupro.

L’ingresso è gratuito con prenotazione su: www.eventbrite.it/e/biglietti-voci-per-la-liberta-in-tour-her-e-grace-n-kaos-121153640801

L’evento, fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Rovigo e organizzato dall’Associazione Culturale Voci per la Libertà e da Amnesty International, si inserisce nel progetto “Arte per la libertà, la barca dei diritti”, sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando “Eventi culturali 2020” e da CGIL Rovigo e CISL Padova e Rovigo. La serata vede anche la collaborazione della Pro Loco Città di Rovigo e APS Rovigo, ditta di consulenza, formazione e sicurezza.

La successiva tappa di “Voci per la libertà in tour” sarà il 3 ottobre, quando H.E.R. rappresenterà il festival al MEI di Faenza con uno showcase previsto alle 19 nello Spazio Corona in Piazza della Libertà. Nello stesso giorno Michele Lionello, direttore artistico di “Voci per la libertà”, parteciperà come relatore all’incontro “Tra emergenza e ripartenza quali prospettive per la musica indipendente in Italia”, alle ore 10 nella Galleria della Molinella, sempre a Faenza.

Maggiori informazioni su: www.vociperlaliberta.it/news/48-news-2020/1062-voci-per-la-liberta-in-tour-a-rovigo

Continua a leggere



Le Notizie più lette

Come disattivare il blocco della pubblicita per Cronache della Campania?