Seguici sui Social

Benevento e Provincia

Lite tra vicini nel Beneventano, un ferito grave e un arresto

PUBBLICITA

Pubblicato

il

pusher arrestato a pompei

Una discussione per futili motivi, forse una banale questione di vicinato, e un pregiudicato di 60 anni e’ finito in ospedale con una profonda ferita all’addome. 

L’uomo e’ in prognosi riservata all’ospedale Rummo di Benevento. E’ accaduto nel pomeriggio a Cervinara. L’aggressore vive nello stesso parco di edilizia popolare, Parco San Vito, in via Variante. I due si sono affrontati prima verbalmente, poi sono passati allea mani e infine uno dei due ha estratto un coltello e ha colpito l’altro contenente, per poi fuggire. Poco fa si e’ pero’ consegnato ai carabinieri che erano gia’ sulle sue tracce. Alla lite hanno infatti assistito diversi testimoni che hanno aiutato a identificare l’aggressore. Il 60enne e’ stato trasportato in ospedale da un’ambulanza del 118. Le sue condizioni sono gravi.



Continua a leggere
Pubblicità

Benevento e Provincia

Abusi sessuali su nipote minorenne: arrestato 60enne in provincia di Benevento

Con l’accusa di aver abusato della nipote minore è stato arrestato un 60enne della provincia di Benevento.

Pubblicato

il

foto dal web

Abusi sessuali su nipote minorenne: arrestato 60enne in provincia di Benevento

Con l’accusa di aver abusato della nipote minore è stato arrestato un 60enne della provincia di Benevento. Gli agenti della Squadra mobile della Questura sannita, coordinati dai magistrati della locale procura, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per violenza sessuale pluriaggravata in danno della giovane, minore di 16 anni. Le indagini hanno consentito di accertare che, da giugno 2016 a novembre 2018, l’indagato avrebbe fatto sottoposto la ragazzina a una serie di abusi sessuali.

Ad avvalorare il compendio probatorio i racconti della madre della minore e di altre persone informate sui fatti, il tutto riscontrato dall’esito dell’incidente probatorio del febbraio scorso. In seguito alle violenze subite nella giovane vittima si è sviluppata una sindrome da stress post traumatico che l’aveva portata ad avere incubi notturni e crisi respiratorie, arrivando ad autoinfliggersi lesioni corporali procurandosi una serie di ferite, disturbo accertato in sede di indagini preliminari da un consulente tecnico nominato dal pm.

Continua a leggere

Le Notizie più lette