Sant’Anastasia. Sede chiusa dell’associazione ‘Love for’, i volontari si ingegnano e aiutano le famiglie in difficoltà dalle finestre. Mimmo De Simone, da anni attivo con la propria associazione a sostegno delle famiglie più bisognose, non ha esitato ad aprire le proprie finestre per calare la spesa solidale a chi ne ha più bisogno. Pane, latte, biscotti, pasta e olio, gli alimenti più richiesti che ora Mimmo e sua moglie Susy distribuiscono dalla finestra dopo aver preso appuntamento per evitare assembramenti. “Prima del coronavirus – racconta Mimmo – aiutavamo una trentina di famiglie, grazie ai contributi della cittadinanza che portavano nella sede generi alimentari e vestiario. Da quando abbiamo chiuso la sede per l’emergenza, molti sono venuti a bussare alla nostra finestra per chiedere, e insieme a loro anche chi voleva donare per aiutare. Ci sono commercianti che ci assicurano il pane quotidianamente, come Teresa Manna ed il panificio “Pathos”, ed Alessandro De Marco con le sue donazioni continue, oltre a tutti i cittadini che portano alimenti per chi e’ in difficolta'”. Intanto dal Comune il commissario prefettizio Stefania Rodà, viste le tante manifestazioni di solidarietà, ha attivato un conto corrente per le eventuali donazioni e chiesto ai cittadini di mettersi in contatto con il centro operativo comunale per la distribuzione sul territorio.



Pubblicità'

Coronavirus, nuovo caso a Caserta. Il sindaco: ‘Troppi atteggiamenti irresponsabili’

Notizia Precedente

Coornavirus. Sharon Stone ringrazia i volontari della Croce Rossa Italiana

Prossima Notizia