Il Presidente di ANCI Campania chiede chiarimenti sulla sicurezza legata ai servizi di ristorazione e pizzerie

SULLO STESSO ARGOMENTO

Riprendendo le preoccupazioni, e anche le perplessità, pervenute da molti operatori commerciali, in vista della ripresa di alcune attività a partire da quelle della ristorazione e delle pizzerie, il Presidente di ANCI Campania, Carlo Marino, ha inviato una nota al Presidente della Giunta Regionale, Vincenzo De Luca, e al coordinatore dell’Unità di Crisi Regionale, Italo Giulivo, chiedendo di fare chiarezza sull’applicazione dell’Ordinanza regionale n. 37 del 24 aprile 2020.

In particolare raccogliendo i suggerimenti arrivati dal molti Sindaci campani, il Presidente Marino ha chiesto a Regione e Unità di Crisi di riconsiderare alcuni punti:

1) Disinfezione iniziale e Sanificazione giornaliera;



    2) Visita medica iniziale presumibilmente ad opera del medico di medicina del lavoro che non potrà ovviamente certificare, tranne che in casi specifici, alcunché in relazione al COVID19, ma solo genericamente il buono stato di salute dell’interessato;

    3) Misurazione della temperatura corporea;

    4) Informazione e sensibilizzazione dei lavoratori oltre ai previsti e necessari interventi di disinfezione e sanificazione e le relative attività di informazione e sensibilizzazione;

    5) Oltre alle misure specifiche indicate nei piani di autocontrollo previsti dalla HACCP, devono essere sempre garantite le distanze di sicurezza tra i dipendenti distanziando le postazioni di lavoro;

    6) i datori di lavoro devono FORNIRE appositi dispositivi di protezione, cioè mascherine, guanti e camici monouso e sovra-scarpe.

    “Pare – scrive ancora Marino – si debba intendere che qualora nei locali possano essere garantite le distanze di sicurezza tra i dipendenti non è da ritenersi necessario indossare gli appositi dispositivi di protezione, cioè mascherine, guanti e camici monouso e sovrascarpe. Tale interpretazione è ad avviso di chi scrive da ritenersi assolutamente prevalente, soprattutto perché qualora si dovesse optare per l’obbligatorietà per il personale di indossare tutti i dispositivi di protezione sul luogo di lavoro, potrebbe generarsi un accrescimento del rischio sui luoghi di lavoro, in particolare per il personale addetto alle cotture degli alimenti che si troverebbero a lavorare nei pressi di fiamme vive con camici e guanti infiammabili. Vogliate, pertanto, alla luce delle considerazioni sopra riportate fornire i necessari ed opportuni chiarimenti”.




    LEGGI ANCHE

    Salerno, l’Auditorium della musica di via De Renzi dedicato a Fulvio Maffia

    La proposta di Enrico Indelli, Presidente CdA Fondazione Scuola Medica Salernitana, al sindaco di Salerno: "Sentita la famiglia, il figlio Jacopo e la consorte Mara, intendo con questa mia, rendere pubblica la "PROPOSTA di DEDICARE ed INTITOLARE L'AUDITORIUM", di via De Renzi, cui tanto si spese, con tutte le proprie energie e convinzioni, al direttore FULVIO MAFFIA. Sarebbe bello se il tutto si potesse realizzare con una cerimonia da tenersi il giorno 21 giugno, quando...

    Caracas, esce la colonna sonora del film firmata D’Erasmo

    **La colonna sonora del film "Caracas" di Marco D'Amore firmata da Rodrigo D'Erasmo** La colonna sonora del film "Caracas" di Marco D'Amore, ispirato all'opera letteraria "Napoli Ferrovia" di Ermanno Rea e con un cast composto da Toni Servillo, Marco D'Amore e Lina Camélia Lumbroso, è stata rilasciata in formato digitale il 1° marzo. Rodrigo D'Erasmo, il talentuoso compositore e polistrumentista, ha lavorato alla creazione di una colonna sonora che mescola influenze culturali e musicali, esplorando...

    Castellammare, pensionato ritrova libretto postale 1941: oggi vale 23mila euro

    Mario Lancellotta, pensionato di Fornelli in Provincia di Isernia, ma residente da anni a Castellammare di Stabia, ha fatto una scoperta straordinaria nella casa disabitata del nonno Alberto. Ha infatti trovato un libretto postale con un saldo di 979 lire del 1941, intestato al nonno scomparso durante la Seconda Guerra Mondiale. Mario potrebbe ricevere un rimborso di circa 23 mila euro grazie a uno studio condotto da un consulente. Ha incaricato gli avvocati di Associazione Giustitalia...

    Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

    Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

    Sparatoria a Fuorigrotta: pistoleri in azione in via delle Scuole Pie

    Nella zona di Fuorigrotta a Napoli, si è verificata una sparatoria su via delle Scuole Pie. I carabinieri del comando di Bagnoli sono intervenuti, intorno...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE