Coronavirus: in Cilento comuni off limits per Pasqua

SULLO STESSO ARGOMENTO

Citta’ chiuse, ‘blindate’, per evitare gite fuori porta e fermare persone che volessero raggiungere le seconde case per le vacanze di Pasqua. Nel Cilento, sud della Campania, molti Comuni sono gia’ corsi ai ripari. E’ il caso di Agropoli, dove il sindaco Adamo Coppola ha firmato un’ordinanza dal titolo “Citta’ blindata”: e’ valida dal venerdi’ santo al giorno di Pasquetta incluso. Nessuno potra’ entrare ad Agropoli, secondo un piano complessivo concordato con la Questura di Salerno.

La cittadina, cosi’, sara’ chiusa ad accessi esterni e ogni strada sara’ presidiata da pattuglie delle forze dell’ordine. Poco distante, a un’ora di macchina piu’ o meno, a Montecorice, che comprende anche la frazione di Agnone Cilento, il sindaco Pierpaolo Piccirilli ha emanato una ordinanza simile e ha bloccato le strade con new jersey. Chiuse le strade Giungatelle-Perdifumo e la Provinciale 94, nel tratto che collega Montecorice con Perdifumo. Emanata in vista della Pasqua, l’ordinanza copre anche il weekend del 25 aprile e il ponte del 1 maggio.






LEGGI ANCHE

Morti sul lavoro, presidio di Cgil e Uil  domani in piazza del Plebiscito a Napoli

Napoli. Domani mercoledì 21 febbraio, alle ore 15, è previsto un presidio promosso da Cgil e Uil insieme alle categorie degli edili Fillea e...

Concerto ‘Bach & Vivaldi’ alla Domus Ars: il 22 febbraio per la rassegna De Tasto et De Chorda

Concerto "Bach & Vivaldi" alla Domus Ars: 22 febbraio per la rassegna De Tasto et De Chorda La Rassegna di rarità musicali De Tasto...

Quarto, schianto dopo la partita, muore arbitro di 22 anni

Fabio Buoninsegni, un arbitro di calcio di 22 anni, di Quarto è morto in seguito a un grave incidente stradale avvenuto dopo una partita...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE