Sequestrate in una parafarmacia di Varcaturo 10mila mascherine vendute con rincaro di oltre il 6mila%

SULLO STESSO ARGOMENTO

Modalità lettura

Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord finalizzata a verificare ipotesi di reato, avvenute sul territorio del Circondario di competenza, riguardanti manovre finanziarie speculative su prodotti sanitari e disinfettanti che, a seguito dell’emergenza sanitaria da Coronavirus, sono diventati di difficile reperimento sul mercato, con conseguente aumento ingiustificato dei prezzi di vendita, il Gruppo della Guardia di Finanza di Giugliano ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso nei confronti di una “parafarmacia”. In particolare, lo scorso 27 febbraio i finanzieri, nel corso di un controllo, avevano sottoposto a sequestro circa 10.000 mascherine, di due diversi tipi, che – in una parafarmacia, ubicata in località Varcaturo – venivano messi in vendita con una percentuale di rincaro rispetto al prezzo di acquisto pari rispettivamente al 6150% ed al 300%.

Nel corso della successiva attività d’ indagine, su richiesta della Procura di Napoli Nord, il GIP emetteva decreto di sequestro preventivo della parafarmacia, che veniva eseguito dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Giugliano. Il valore dell’ attività commerciale sottoposta a sequestro è stato stimato in circa 400.000 euro. Le mascherine sottoposte a sequestro, a seguito di provvedimento di vendita anticipata del Pubblico Ministero della Procura di Napoli Nord, sono state cedute al loro reale valore di mercato all’ Ospedale Cotugno di Napoli. l finanzieri della Compagnia di Giugliano in Campania, nella giornata odierna, hanno completato la consegna della fornitura agli incaricati dell’Azienda Ospedaliera dei Colli per essere utilizzate dall’Ospedale Cotugno di Napoli, come è noto, in prima linea nel fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid 19.


Torna alla Home


Prosegue lo sciopero della fame di Gianni Fabbris, Adriano Noviello e Sebastiano Lombardo, allevatori di bufale che da quattro giorni protestano davanti al Ministero della Salute a Roma. Oggi, 50 pacchi di mozzarelle di bufala, donate da quattro caseifici artigianali casertani, sono stati inviati a rappresentanti di Governo, Parlamento e...
Joao Cancelo, difensore del Barcellona, ha denunciato una serie di insulti e minacce ricevute dopo l'errore che ha contribuito alla sconfitta contro il PSG e all'eliminazione ai quarti di finale di Champions League. L'episodio si è verificato quando il portoghese ha commesso un fallo da rigore su Dembele, permettendo...
Il Terebinto Edizioni è lieto di annunciare l'undicesima puntata del Caffè Letterario. Riscontri d'Autore, la rassegna avellinese che si è affermata tra i più prestigiosi incontri culturali della provincia irpina, offre uno spazio di dialogo e confronto tra autori e appassionati di letteratura, storia e filosofia. Il prossimo appuntamento si terrà...
La Commissione parlamentare Antimafia ha richiesto alla Procura di Avellino, guidata da Domenico Airoma, gli atti dell'inchiesta che ha portato all'arresto del sindaco dimissionario Gianluca Festa, dell'ex dirigente comunale Filomena Smiraglia e dell'architetto Fabio Guerriero. Festa è accusato di una serie di gravi reati, tra cui corruzione, concorsi truccati, irregolarità...

IN PRIMO PIANO