Coronavirus, Coldiretti: ‘A Napoli cibo contadino con consegne a domicilio’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Con l’emergenza coronavirus e’ partito il servizio di consegna a domicilio di cibo direttamente dagli agricoltori della rete Campagna amica della Campania. L’iniziativa di Coldiretti prende il via dalla citta’ di Napoli, ma con l’obiettivo di servire le principali citta’ della regione. I cittadini potranno contattare le aziende agricole e prenotare la spesa che sara’ consegnata presso l’abitazione. Le consegne verranno effettuate nel rispetto dell’ordinanza della Regione Campania, attraverso il confezionamento degli alimenti. Inoltre gli operatori addetti alle consegne utilizzeranno la profilassi per la prevenzione, con l’utilizzo di guanti e mascherine. Gli elenchi delle aziende agricole che hanno attivato la consegna a domicilio sono in costante aggiornamento e consultabili sulla pagina facebook di Campagna amica Campania. In merito Coldiretti Campania ha dichiarato: “L’iniziativa ha l’obiettivo di continuare a fornire cibo sano ai cittadini, che con la loro scelta di consumo possono sostenere l’agricoltura italiana in un momento di grave difficolta’, a causa delle speculazioni in corso sui prezzi. E’ un atto vile quello di chi approfitta di una disgrazia per strozzare le imprese agricole, che continuano a lavorare per garantire le forniture di alimenti. Il messaggio ai cittadini e’ scegliere e pretendere prodotti italiani, una campagna lanciata da Coldiretti con lo slogan #Mangiaitaliano”.

“Gli inviti a stare in casa da parte dell’autorita’ sanitarie e del governo sono stati raccolti dalla popolazione – ha sottolineato la Coldiretti – con ben il 43% degli italiani che ha tagliato le uscite anche per andare a fare la spesa, che rimane peraltro tra i comportamenti consentiti. La grande maggioranza degli italiani (61%) in questo periodo va a fare la spesa circa una volta alla settimana preoccupandosi di mettere nel carrello prima di tutto nell’ordine pasta e cereali (26%), poi latte, formaggi, frutta e verdura (17%), quindi prodotti in scatola (15%), carne e pesce (14%), salumi e insaccati (7%) e vino e birra (5%). Infatti nelle ultime tre settimane dell’emergenza Coronavirus gli acquisti di pasta sono cresciuti del 61% e quelli di farina addirittura dell’82% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno secondo un’analisi di Coldiretti su dati Nielsen che segnala anche un raddoppio per cibo in scatola e conserve e un balzo di oltre il 24% dei surgelati, quasi si temesse una lunga durata della pandemia”. “Quasi 1 italiano su 3 (30%) – ha spiegato la Coldiretti – si aspetta che l’emergenza duri almeno fino a Pasqua mentre il 46% pensa che dovremo fare i conti con il virus almeno fino all’estate, un 7% fino al prossimo autunno e infine i piu’ pessimisti (5%) pensano che durera’ per tutto l’anno mentre non si pronuncia il 12% della popolazione”. “Una situazione che – ha concluso la Coldiretti – ha cambiato in parte anche le modalita’ della spesa con l’11% che ha aumentato l’on line mentre il 7% si e’ rivolto con maggiore frequenza ai servizi di consegna a casa.


Torna alla Home


Napoli, in arrivo contatori digitali anti spreco acqua

Il Comune di Napoli sta introducendo nuovi contatori digitali, noti come smart meters, per monitorare il consumo d'acqua dei cittadini in maniera più efficiente. Questa iniziativa fa parte di un progetto di ammodernamento promosso dall'Azienda speciale del Comune, Abc, per migliorare i servizi legati all'acqua per i cittadini napoletani. Presentazione...

Nocera, truffa sui prodotti energetici: 10 indagati e sequestro beni per 40milioni di euro

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di beni, valori mobiliari ed immobili per un totale di circa 40 milioni di euro, notificando contemporaneamente un avviso di conclusione delle indagini preliminari a 10 persone. Tutte indagate per vari reati, tra cui...

Brusciano, arrestato ladro seriale di auto: caccia al complice

La scorsa notte a Brusciano, i carabinieri hanno arrestato Agostino Galasso, un 43enne noto alle forze dell'ordine, per furto aggravato di un'auto. Durante un'operazione antirapina, i militari hanno sorpreso due individui a bordo di un'auto compiere movimenti sospetti. Uno dei due, Galasso, è stato bloccato mentre cercava di forzare una...

Rapina ad anziana a Telese, per tre ventenni obbligo di dimora

Tre giovani ventenni, residenti nella Valle Telesina, sono stati sottoposti all'obbligo di dimora nel loro comune di residenza con la prescrizione di non allontanarsi dalle proprie abitazioni dalle 20:00 alle 07:00. La misura è stata presa poiché sono ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, della rapina avvenuta a Telese...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE