Coronavirus, caso positivo a Barano: il suo nome diffuso via chat, aperta un’inchiesta

SULLO STESSO ARGOMENTO

Errore o volontà di dare in pasto a una piccola comunità il nome dell”untore’? Sarà forse la magistratura a fare chiarezza du quanto accduto a Barano, piccolo comune di Ischia, dove qualche giorno fa si è registrato il primo caso di cornavirus. Un ragazzo che ha contratto il contagio fuori regione e che una volta manifestati lievi sintomi, ha avvertito le autorità e si è messo in quarantena con la sua famiglia. Ma, rivela il quotidiano on line Juorno, via WhatsApp c’è chi ha reso virali le schede anagrafiche del comune di Barano con le foto del ragazzo contagiato e di tutta la sua famiglia, compresa quella di una bambina di 5 anni. Sette schede che dovrebbero essere conservate all’ufficio Anagrafe e che invece sono passate da computer a computer, da smartphone a smartphone, in giro per l’intera isola di Ischia. Da qui l’appello del giornale a smettere di condividere le schede.


Torna alla Home


Rapina ad anziana a Telese, per tre ventenni obbligo di dimora

Tre giovani ventenni, residenti nella Valle Telesina, sono stati sottoposti all'obbligo di dimora nel loro comune di residenza con la prescrizione di non allontanarsi dalle proprie abitazioni dalle 20:00 alle 07:00. La misura è stata presa poiché sono ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, della rapina avvenuta a Telese...

Napoli, manifesti di tifosi di Curva A e B contro De Laurentiis: “Rispetto”

Una nuova protesta dei tifosi del Napoli ha preso forma con un manifesto ironico e provocatorio che attacca il presidente del club, Aurelio De Laurentiis. Firmato dalle curve A e B dello stadio Maradona, il manifesto è comparso in tutta la città durante la notte, suscitando l'attenzione dei residenti...

Ambulanze senza medici nel Sannio: la protesta dei cittadini

Le ambulanze del 118 nel Sannio rischiano di perdere la presenza dei medici, suscitando preoccupazione tra i cittadini. Numerose associazioni cittadine stanno intervenendo per contrastare il progetto di demedicalizzazione proposto dalla ASL di Benevento. L'obiettivo è garantire livelli uniformi di assistenza nel soccorso extraospedaliero su tutto il territorio. Le richieste...

Fabbricava la ‘Molecola di Dio’, biochimico arrestato in Cile

Un giovane biochimico cileno è stato arrestato a Buin con l'accusa di aver fabbricato e venduto sui social network la dimetiltriptamina (DMT), una potente droga allucinogena conosciuta anche come "Molecola di Dio". L'operazione è stata condotta dalla Squadra Investigativa sulle Sostanze Chimiche Controllate (Brisuq) della Polizia Investigativa cilena. Secondo il...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE