Certificati ai marittimi, FIMMG Campania: ‘No a nuovi compiti per i medici di medicina generale senza un preventivo accordo’

SULLO STESSO ARGOMENTO

«Ministero e Inps non possono arbitrariamente investire di nuovi compiti (certificazioni non concordate nell'ACN) i medici di medicina generale senza il preventivo accordo con le organizzazioni sindacali». A denunciare una grave violazione dei diritti dei medici di medicina generale è Vincenzo Schiavo ( ). «I medici di medicina generale possono rilasciare certificati di malattia a lavoratori dipendenti pubblici e privati (Decreto Brunetta e Accordo Collettivo Nazionale) – ribadisce Schiavo – il personale navigante “licenziato ” non ha lo status giuridico di lavoratore dipendente e non può quindi ricevere, in quanto lavoratore disoccupato, un certificato di malattia online Inps. Può ricevere, però, un'indennità dall'ente preposto(Inps o altri) per malattia complementare». Schiavo sottolinea anche che i medici di medicina generale non possono rilasciare certificati di inabilità temporanea alla navigazione. «Attualmente – spiega – i medici di medicina generale redigono un certificato anamnestico sullo stato di salute dei che i medici fiduciari del Sasn possono utilizzare, dopo relativa visita all'avente diritto, per certificazione di idoneità alla navigazione. Qualsiasi nuovo compito (anche certificativo) va contrattualizzato in ACN». La Fimmg non ritiene che il Sasn possa richiedere certificazione di malattia online Inps ai medici, prima di un chiarimento con le organizzazioni sindacali dei medici di medicina generale. Per questo FIMMG ha chiesto di rinviare questa norma già impugnata da FIMMG con un ricorso al Tar in itinere. É stato anche chiesto di diffondere una circolare che inviti ad adottare l'attuale metodo (certificato anamnestico cartaceo) fino a rettifica dell'articolato Ministero-OO.SS. Medici di Medicina Generale.



Torna alla Home


telegram

Bimbo di 5 mesi muore azzannato dal pitbull di famiglia

Un'immane tragedia ha colpito la comunità di Palazzolo Vercellese. Un bambino di soli cinque mesi è morto dopo essere stato azzannato da un cane di grossa taglia, un pitbull, all'interno della sua abitazione. I soccorsi sono stati immediati, ma purtroppo per il piccolo non c'è stato nulla da fare. Il...

L’allarme di Arcigay: 149 casi di violenza o discriminazione nell’ultimo anno

Nell'ultimo anno sono stati registrati 149 casi di violenze o discriminazioni ai danni di persone LGBTQI+, con una media di uno ogni due giorni. L'allarme e i dati sono forniti da Arcigay, che tiene il conto degli articoli di stampa e, in occasione della giornata internazionale contro l'omofobia, la...

IN PRIMO PIANO