9.5 C
Napoli
giovedì, Aprile 2, 2020

Uccise la moglie durante l’ultimo appuntamento: ergastolo definitivo per D’Aponte

La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato da Carmine D’Aponte, accusato di aver ucciso la moglie Stefania Formicola il 18 ottobre 2016 a Sant’Antimo. Così la condanna all’ergastolo e’ diventata definitiva per lui che ha sempre dichiarato di non aver mai avuto l’intenzione di volere uccidere la madre dei suoi due figli, adesso affidati ai nonni materni. La donna venne avvicinata dal marito, con il quale era in procinto di divorziare, e venne uccisa all’interno della sua automobile. Lui le aveva chiesto un ultimo appuntamento per chiarire definitivamente la situazione, ma si presentò armato della pistola con la quale le esplose un colpo di pistola al petto. Da anni Stefania Formicola subiva le violenze del marito, su un diario scriveva dei tormenti e della paura di lasciare i suoi di figli: temeva di essere uccisa.

Pubblicità
Cronache della Campania è su Google Edicola
Pubblicità

ALTRE NOTIZIE

Spesa sospesa a Caserta: ecco i negozi che...

Gia numerose attività commerciali hanno risposto all'invito del Comune per il servizio Spesa Sospesa, attivato nell'ambito del “Modello Welfare Caserta”, il piano di coordinamento...

Coronavirus, “festa” a Pozzuoli: denuncia di sindaco e...

"Verificare se la condotta, previa identificazione delle persone che l'hanno posta in essere, configuri la violazione dell'articolo 452 del codice penale (delitti colposi contro...

Arzano, ‘Mascherine solidali’ di tessuto: il regalo di...

Arzano - "Mascherine solidali" di tessuto: il regalo di un imprenditore a due designer arzanesi. Angelo Rosano, giovanissimo imprenditore direttore della scuola parificata Santo...