12.8 C
Napoli
giovedì, Aprile 2, 2020

Fucci: ‘Il Governatore De Luca ha sacrificato il sannio’

Non condivido l’idea di chi, come l’amico Clemente Mastella, esprime un giudizio positivo dell’attuale Governo regionale presieduto da De Luca. Appare evidente, invece, quanto non sia stata proficua l’azione di governo del Presidente De Luca, che, al di là dei problemi, che non ha risolto, facendoli inasprire, delle provincie di Napoli e Caserta, ha sacrificato le aspettative delle zone interne della Campania. Il nostro Sannio, in particolare, ha risentito in termini estremamente negativi dell’azione di governo della giunta presieduta da De Luca, che ha privilegiato le zone costiere ed esterne, con particolari vantaggi per la provincia di Salerno, trascurando le zone interne. Le conseguenze negative, per il Sannio, dell’operato del governo regionale targato De Luca hanno colpito la sanità, con il sostanziale depauperamento dell’Ospedale civile di Benevento e il sempre incombente pericolo di soppressione dell’Ospedale di Sant’Agata dei Goti, i trasporti, sia in ordine al servizio ferroviario, che non tiene in alcun conto dei problemi dei pendolari e degli studenti, costretti ai “viaggi della speranza”, che alle infrastrutture stradali, il turismo, il commercio, l’artigianato e tutti gli altri settori. La più totale mancanza di azione e di pressione politica della giunta De Luca ha fatto arenare anche le importanti e vitali opere infrastrutturali stradali, frutto di iniziativa regionale e di deliberazione, attraverso le conferenze stato-regione, da parte della giunta di centrodestra presieduta da Stefano Caldoro nella consiliatura 2010/15. Nemmeno si è registrata una timida azione di interessamento politico da parte della Giunta De Luca, affinché l’ANAS e il Governo centrale consentissero l’avvio della realizzazione della strada a scorrimento veloce Caserta-Benevento, che già doveva essere costruita nel quinquennio 2014/2015, il completamento della Fondovalle Isclero, della Fortorina fino a San Bartolomeo in Galdo e il raddoppio della Telese- Caianello non nella ridotta versione di recente annunziata, che esclude quasi tutta la rete viaria sannita. C’è da domandarsi, quindi, che senso hanno, solo negli ultimi mesi di consiliatura regionale le frequenti visite del Governatore De Luca considerato il disastro dei trasporti, della sanità, del commercio, dell’artigianato e del turismo sanniti? In conclusione, non comprendiamo il giudizio positivo espresso dall’On.le Mastella sulla Giunta De Luca sia a fronte dell’evidenziato quadro negativo, sia perché fino a poco tempo fa l’amico Mastella tacciava De Luca di aver abbandonato al loro destino le zone interne ed, in particolare, il Sannio.

Pubblicità

Vittorio Fucci, già Assessore Regionale.

Pubblicità

ALTRE NOTIZIE

Napoli, in auto con droga e una busta...

Napoli. Ieri pomeriggio gli agenti del commissariato Chiaiano, durante il servizio di controllo del territorio, finalizzato anche a garantire il rispetto delle misure urgenti...

L’ASL comunica 3 sanniti contagiati in più: ora...

L’ASL di Benevento ha inviato oggi 2 aprile 2020 il quotidiano bollettino delle ore 12 che rende nota la situazione dei contagiati da coronavirus,...