Napoli. Agguato in Piazza Nazionale e ferimento della piccola Noemi: i due killer chiedono il rito abbreviato. Saranno processati col rito abbreviato i due fratelli Del Re accusati dell’agguato in piazza a Nazionale in cui rimase ferita per errore la piccola Noemi e la nonna. Questa mattina il gip Vincenzo Caputo del Tribunale di Napoli ha accolto la richiesta dei due imputati, collegati in video-conferenza. La requisitoria del pm è prevista per marzo, le arringhe della difesa per aprile. Nel processo si sono costituti parte civile, tra gli altri, i genitori e i nonni della piccola Noemi e il Comune di Napoli. L’agguato avvenne il 3 maggio dello scorso anno. Secondo l’accusa fu Armando Del Re a sparare tra la folla, davanti a un bar, per colpire Salvatore Nurcaro, che rimase ferito. Uno dei proiettili colpì anche Noemi che era insieme alla nonna, pure lei rimasta ferita a un gluteo. Antonio Del Re, invece, è accusato di avere fornito supporto logistico al fratello.



Pubblicità'

Coronavirus: confermata a marzo la Borsa del turismo a Napoli

Notizia Precedente

‘Mare Nostrum lacrime, amplexibus’ di Mario Acanfora fa tappa a Pompei. Vernissage domenica 1 marzo

Prossima Notizia