PUBBLICITA'

MondoPrimo Piano

Coronavirus, sale a 1.868 il bilancio delle vittime, 72.436 i casi di infezione


PUBBLICITA'



E’ salito a 1.868 il bilancio delle vittime causate dal nuovo ceppo di coronavirus Covid-19 in Cina, mentre il numero totale di infezioni e’ salito a 72.436. La provincia di Hubei, focolaio dell’epidemia, ha riportato 1.807 nuovi casi di nuova polmonite da coronavirus il 17 febbraio, con 93 nuovi decessi e 1.223 casi di guarigione. Il numero totale di infezioni nella provincia epicentro dell’epidemia e’ salito a 59.989, con 7.862 recuperati e 1.789 morti. Le autorità sanitarie della Corea del Sud hanno riferito che da martedì il paese integrerà la nuova polmonite coronavirus Covid-19 nel “Sistema di supervisione delle malattie respiratorie acute gravi”. Secondo lo pneumologo Zhong Nanshan, il picco di infezioni da Covid-19 verra’ raggiunto entro la fine di febbraio nella Cina meridionale. A livello nazionale, la malattia dovrebbe raggiungere il suo picco in aprile, secondo Zhong. I casi di infezione da Covid-19 sono aumentati a 519 in Giappone, inclusi i centinaia di contagi a bordo della nave da crociera in quarantena a Yokohama. Nel frattempo, secondo quanto riferito dai media, il ministero giapponese della Salute, del lavoro e del welfare ha diffuso linee guida per l’auto-diagnosi e per la consultazione presso le istituzioni mediche. Un ricercatore dell’Istituto di virologia di Wuhan ha negato di aver accusato il direttore dell’Istituto Wang Yanyi di aver fatto trapelare il coronavirus dai laboratori dell’istituto, ed ha annunciato azioni legali contro chi ha diffuso queste voci. Shennongjia, una contea nella provincia di Hubei, ha visto zero infezioni ieri, il primo caso nella provincia, dopo che i due pazienti rimanenti sono stati dimessi dall’ospedale questa mattina.



PUBBLICITA'