Seguici sui Social

Il fatto del giorno

Coronavirus, in Italia sono 283 i contagiati. I numeri regione per regione

Pubblicato

in




Il numero di persone contagiate dal coronavirus in Italia è salito a 283. Fra queste rientrano le sette persone decedute e la persona guarita. Lo ha annunciato il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, nel corso del consueto punto stampa sulla diffusione del virus nel nostro paese. Rispetto a ieri sono 54 contagiati in più. I due casi sospetti di coronavirus in Toscana sono stati confermati dal Commissario Angelo Borrelli. Il capo della Protezione Civile ha anche confermato il caso in Sicilia sottolineando pero’ “che sono in corso le ultime verifiche da parte dell’Istituto di Sanità”

Per quel che riguarda la diffusione geografica, “in Lombardia i casi sono 212 con un incremento di 40 casi; in Veneto 38 casi con un incremento di 5; in Emilia 23 casi con un incremento di 5; in Piemonte 3; nel Lazio 3 casi; in Toscana 2 casi; e in Sicilia 1”.
Sono 7 i morti in Italia per coronavirus. Oppure, sarebbe meglio dire, “con” il coronavirus. Nel senso che di nessuno c’e’ la certezza che sia stato il virus nato in Cina a uccidere. Il primo caso reso pubblico, un pensionato di 77 anni di Vo’ Euganeo, era gia’ ricoverato da oltre dieci giorni all’ospedale di Schiavonia, nel Padovano, per precedenti patologie, quando è morto il 21 febbraio. Mentre il secondo decesso annunciato in realtà risale a prima: un’altra pensionata, 77 anni anche lei, è stata trovata morta il 22 febbraio nella sua casa di Casalpusterlengo, nel Lodigiano. Solo post mortem è stato fatto il test, risultato positivo, ma anche lei aveva patologie pregresse. Stesso discorso per la terza vittima, annunciata domenica dalla Regione Lombardia. Si tratta anche in questo caso di una donna anziana, ricoverata a Crema in oncologia, quindi anche lei con una situazione già seria. In nottata è arrivata la notizia di un terzo decesso in Lombardia, un bergamasco di 84 anni ricoverato al Papa Giovanni XXIII. La quarta vittima in Lombardia, quinta totale, è un uomo di 88 anni di Caselle Landi, sempre nel Bergamasco. E’ di ieri invece la notizia del sesto decesso, un ottantenne di Castiglione d’Adda, in provincia di Lodi, morto all’Ospedale Sacco di Milano. L’uomo era stato portato giovedì scorso con il 118 a Lodi in seguito a un infarto. Infine, sempre a ieri risale il settimo decesso, un uomo di 62 anni anche lui di Castiglione d’Affa, che era in dialisi e aveva già importanti compromissioni a livello cardiaco e renale, trasportato al Sant’Anna di Como dall’Ospedale di Lodi. In tutti i casi si tratta di persone anziane con un quadro clinico generale compromesso in precedenza.

Pubblicità

Sono 20 le province che registrano casi di coronavirus, secondo i dati della Protezione civile. In dettaglio, in Lombardia, Lodi (101 casi), Cremona (39), Pavia (17), Bergamo (14), Milano (3), Monza Brianza (2), Sondrio (1); in Veneto, Padova (30), Venezia (7), Treviso (1); in Emilia Romagna, Piacenza (17), Parma (4), Modena (1), Rimini (1); in Piemonte, Torino (3); in Toscana, Firenze (1), Pistoia (1); in Trentino Alto Adige, Bolzano (1); in Sicilia, Palermo (1); nel Lazio, Roma (3). In Lombardia ci sono 35 casi positivi in fase di ospedalizzazione o isolamento.

Pubblicità
Continua a leggere
Pubblicità