Centro commerciale La Fabbrica: lavoratori pronti allo sciopero

SULLO STESSO ARGOMENTO

Pronti allo sciopero, gli operatori de La Fabbrica: l’ultimatum è stato lanciato per scongiurare l’ipotesi, ormai concreta, che il già esiguo monte ore (23 settimanali) venga ulteriormente limitato. In campo, al fianco dei dipendenti del centro commerciale che fanno parte (sia del settore pulizia che del settore vigilanza), la Csa Fiadel Salerno, che insieme alla Uil Trasporti ha chiesto un incontro ai vertici della struttura.
La convocazione però non c’è stata e, in mancanza di segnali, nella giornata di domani andrà in scena una manifestazione con presidio dinanzi alla sede della prefettura di Salerno, dalle 9 alle 14. La seconda giornata di sciopero è prevista per domenica nella stessa fascia oraria.

Il segretario della Csa Fiadel Salerno: “Chiederemo ai clienti di solidarizzare con i lavoratori. Ad oggi le richieste d’incontro sono state inevase. Inoltre i lavoratori vantano il saldo dello stipendio di dicembre e la mensilità di gennaio. La riduzione dell’orario farebbe precipitare i dipendenti al di sotto della soglia di sopravvivenza. Ricordiamo poi la variante urbanistica che fu fatta per dare ricollocazione al personale ex Cotoniere, un impegno anche questo non rispettato.







LEGGI ANCHE

Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

Traffico illegale di rifiuti tra Campania e Tunisia: scattano gli arresti

Un'operazione coordinata dalla Procura di Potenza ha portato alla scoperta di un traffico illegale di rifiuti speciali tra Campania e Tunisia. Circa 80 militari del gruppo Carabinieri per la tutela ambientale e la sicurezza energetica di Napoli, insieme al personale della Dia-Direzione investigativa antimafia, stanno attuando misure cautelari personali e patrimoniali nelle province di Napoli, Salerno, Potenza e Catanzaro. .

Teatro Bolivar: per la rassegna ‘Piccole storie di eroi’, in scena ‘Pierrot Napoliter’

Continua, con il terzo dei quattro spettacoli, la rassegna #Familyhero, a cura di Martina Zaccaro, pensata per tutta la famiglia. Il Teatro Bolivar, via Bartolomeo Caracciolo 30, diretto da Nu’Tracks, ospiterà sabato 2 marzo alle ore 17.00 la rassegna teatrale "Piccole storie di eroi" a cura di Martina Zaccaro. Lo spettacolo offerto dalla Compagnia Poster - Popolare d’Avanguardia, intitolato "Pierrot Napoliter", è parte del programma educativo per le famiglie denominato "FamilyHero". Tratto liberamente dal celebre film...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE