spaccio e rapina ed estorsioni per contro del clan sperandeo: tutti felicemente assolti perché il fatto non sussiste



Assolti perché il fatto non sussiste. La decisione del Tribunale di in composizione collegiale – Presidente Dottoressa Rotili – nei confronti di Bosco Quirino, Chiumiento Umberto (difesi dall’avvocato Vincenzo Sguera), Gianluigi Di Dio (difeso dall’avvocato Luca Russo) e Alberto Di Dio (difeso dall’avvocato Michele De Vita). La decisione ha riguardato uno stralcio del processo scaturito dall’indagine svolta dai Carabinieri di nell’anno 2014 denominata “Tabula Rasa”.

LEGGI ANCHE  In scooter col manganello, 16enne di Marano denunciato dai carabinieri

Spaccio e rapina ed estorsioni per contro del clan Sperandeo: tutti felicemente assolti perché il fatto non sussiste
di Redazione Cronaca per Cronache della Campania

ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Terra dei Fuochi”. Carabinieri Forestale avvistano una colonna di fumo di colore scuro: sequestrato l’impianto stavano bruciando un “Cassone di rifiuti tossici e speciali”

Notizia precedente

Casamarciano Stir di Tufino e sito di compostaggio. Summit in Comune

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..