Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Politica

M5s, Crimi: ‘Ho tutti i poteri di un capo politicio’

Pubblicato

in



Sulla leadership dei Cinquestelle “non ci poniamo il problema dei tempi o dei poteri, ma di guidare il M5S nella riorganizzazione. In ogni caso, da capo politico ho tutti i poteri previsti dallo statuto”. Lo dice il ‘reggente’ dei Grillini nel post Di Maio, Vito Crimi, intervistato dal Corriere della Sera e Il Messaggero: “Nessun passacarte, ora il capo (del M5S-ndr) sono io” sottolinea. Crimi sente una grossa responsabilita’: “Ho avuto tantissimi attestati di stima, attivisti e colleghi si sentono rassicurati. Mi dicono che sono la persona giusta per condurre il Movimento in questo momento di crescita, alla luce della mia lunga esperienza. Ma non faro’ nessuno strappo, lavorero’ in continuita’ con il percorso che Luigi ha avviato e che io devo portare avanti alla luce delle criticita’ rilevate”. Grillo, che ha mantenuto finora il silenzio, “e’ sereno” assicura Crimi. Certo, “ci sara’ una fase nuova che sara’ discussa da tutti nelle sedi opportune”. Venendo agli obiettivi politici, la guida M5s, ricorda che il Movimento non e’ mai stato contro l’Europa “ma va rifondata. Con il nuovo governo stiamo contribuendo a migliorarla”. Il rapporto con il premier Conte non e’ “mai stato conflittuale, ma sempre di leale confronto e collaborazione. E cosi’ continuera’ ad essere” Anche perche’ l’elenco dei risultati ottenuti “e’ sbalorditivo”. Si lavorera’ in continuita’, “a partire da Autostrade” e si andra’ avanti con l’esecutivo anche se Salvini vincesse le Regionali: “Il governo ha un cronoprogramma da definire e attuare, al di la’ delle tornate elettorali”. Crimi esclude di tornare a governare con Salvini (“Ha dimostrato di essere inaffidabile e codardo”) e non teme il ‘fuoco amico’ nel Movimento: “Chi non rispetta i patti non mi fa paura, mi fa pena”. Fra i possibili avversari comunque non c’e’ Di Battista: “Alessandro e’ come un fratello. Non mi pongo alcun dubbio sulla sua lealta’, prima che a me al Movimento”. (

Continua a leggere
Pubblicità

Politica Campania

Campania, Mastella incontra De Luca: ‘Giunta di alto profilo’

Pubblicato

in

Lo sviluppo delle aree interne con un occhio puntato verso le prossime elezioni amministrative. Ne hanno parlato il leader di Noi Campani e sindaco di Benevento, Clemente Mastella, e il governatore della Campania Vincenzo De Luca, nel corso di un incontro.

“Ho incontrato oggi il governatore della Campania Vincenzo De Luca – dice Mastella – con il quale abbiamo discusso sulle linee strategiche cui deve attestarsi l’iniziativa politica e amministrativa regionale. In particolare ho posto l’attenzione sul ripopolamento e lo sviluppo delle aree interne e sul piano Fanfani per l’edilizia popolare; per queste materie ho suggerito al presidente De Luca di utilizzare i fondi europei. Un massiccio intervento e’ indispensabile anche per le strutture sanitarie e per realizzare un moderno asse stradale Benevento-Caserta via Valle Caudina”. Spazio anche alle future alleanze in vista delle Amministrative.

“Riguardo le prossime elezioni amministrative dei comuni capoluogo al voto, tra i quali Benevento – dice Mastella – abbiamo convenuto che la linea politica adottata alle ultime elezioni regionali con risultati straordinari dovra’ essere elemento significativo di un’alleanza che non puo’ essere estemporanea ma che invece e’ l’unica capace di ottenere risultati positivi e vincenti”. Infine al giunta regionale da comporre: “Quanto alla struttura della Giunta regionale – spiega – non ho espresso alcuna richiesta, se non quella di scegliere da parte del presidente in maniera serena e di comporre in piena liberta’ una squadra di alto profilo, unico modo per rispondere con la qualita’ ai drammatici problemi che ancora assillano l’intero territorio regionale”.

Continua a leggere



Politica

Mattarella in difesa dell’Italia contro le parole del premier britannico Johnson

Pubblicato

in

mattarella jhonson

Mattarella in difesa dell’Italia contro le parole del premier britannico Johnson: gli italiani amano la libertà e la serietà.

“Anche noi amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà”. E’ quanto ha dichiarato il Presidente Sergio Mattarella dopo le discutibili dichiarazioni del premier britannico Boris Johnson.
Attraverso il suo portavoce, il Presidente Mattarella ha confermato quanto detto in via riservata durante le celebrazioni del decimo anniversario della morte di Francesco Cossiga, in risposta a un’affermazione del premier britannico durante un acceso confronto in Parlamento con il laburista Bradshaw. Sulla crescita dei contagi, Johnson ha risposto, piccato, che tali numeri si sono registrati perché gli inglesi, a differenza di italiani e tedeschi, amano la libertà e non le restrizioni per la prevenzione della diffusione del virus.
La risposta del Presidente Mattarella, seppure non rivolta direttamente a Johnson, dimostra una chiara contrarietà per le parole di chi parla in questi termini del nostro Paese, ancor più se ci si riferisce alla libertà, diritto per il quale l’Italia si è battuta e ha sacrificato numerose vite umane. Ed è proprio dalle battaglie per i diritti fondamentali che sono nate tradizioni ed esperienze politiche a cui Francesco Cossiga apparteneva, ricordato dal Presidente Mattarella con riferimenti all’Alleanza atlantica e alla scelta europea, che furono “i pilastri nelle convinzioni di Cossiga e del suo impegno, anche istituzionale”.

Marco Barbato

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette