Nel corpo di una donna in stato di gravidanza sono tante le cose che cambiano e non sono solamente quelle che si possono vedere da fuori, come possono essere: il pancione, l’estetica del viso e dei capelli, l’ingrossamento del seno, l’allargamento dei fianchi o i piedi gonfi. All’interno dell’organismo femminile, infatti, ci sono delle alterazioni rispetto alla norma, che non vediamo, dovute sostanzialmente ai cambiamenti ormonali, ma anche del metabolismo e del sistema cardiocircolatorio.

    Il ruolo degli ormoni, in particolare, in questo periodo è importantissimo perché preparano la futura mamma alla gravidanza, al parto e alla nutrizione del pargolo una volta nato. Senza questi cambiamenti lei non sarebbe in grado di rispondere a questi importanti compiti. Gli ormoni principalmente coinvolti (ma ce ne sono anche altri), nello specifico, sono la gonadotropina corionica (beta HCG), il progesterone, gli estrogeni, la prolattina. I cambiamenti ormonali incidono su molte cose sia a livello fisiologico che emotivo.

    Uno dei cambiamenti determinati dagli ormoni sotto il punto di vista fisico è la modifica del PH nella saliva. Le conseguenze sulla salute della bocca e sulla sensibilità delle sue strutture è pressoché immediata, infatti sembra che le problematiche orali spuntino talvolta proprio dal nulla senza alcun preavviso.

    Disturbi orali in gravidanza

    La donna in stato di gravidanza ha un PH della saliva più acido rispetto al normale e questo è dovuto sia direttamente ai cambiamenti ormonali (come anticipato), sia a causa di eventuali disturbi gastrici, nello specifico al ritorno di succhi gastrici verso il cavo orale in caso di reflusso o vomito, tipici compagni di viaggio durante i nove mesi. Di solito la saliva funge da “difensore” del cavo orale nei confronti dei batteri acidi. Ma in gravidanza, essendo la saliva stessa a elevato potenziale acidico, questa non fa che peggiorare la situazione e non oppone sufficiente resistenza ad attacchi batteriologici. L’acidità incide anche negativamente sulla mineralizzazione dei denti, rendendoli più esposti a pericoli.

    Un profilo orale di questo tipo è chiaro essere maggiormente soggetto a problematiche come: l’aumento della placca che aderisce di più sia ai denti che alle gengive, infiammazioni, gonfiori, arrossamenti delle gengive, infezioni, carie. Eventuali disturbi che sono già in corso in bocca non fanno, inoltre, che acutizzarsi. Non a caso un tipico problema della gravidanza sono le gengiviti gravidiche che si manifestano, anche apparentemente dal nulla, sin dai primi mesi della gestazione a causa della produzione aumentata di estrogeni. Diffusi in questo particolare periodo della vita sono anche le nevralgie transitorie, cioè dolori non legati esplicitamente alla presenza di carie o infezioni.

    È scientificamente provato che i problemi ai denti possono incidere sul corso della gravidanza e sulla salute del feto. Le infezioni gengivali potrebbero portare a un parto pretermine, mentre problemi ai denti (a causa del dolore, ma anche dello stress) possono incidere in qualche modo sullo sviluppo corretto del piccolo nell’utero. Se la mamma ha difficoltà a masticare o dolore ai denti potrebbe anche riversarsi sulla sua buona alimentazione, influenzando la nutrizione placentare.

    Visite dentistiche in gravidanza: importanti e necessarie

    Come sappiamo è importante sottoporsi a visite di controllo e alla pulizia orale periodica sempre, ma lo è ancora di più durante la gravidanza. Nel corso dei nove mesi, anzi, molti consigliano di fare qualche controllino in più a scopo preventivo, terminando il periodo di gestazione con una bella pulizia giusto prima del parto.

    Dopo questo, infatti, inizia un periodo impegnativo per la mamma che potrebbe avere difficoltà per qualche tempo a separarsi dal neonato, uscire di casa e recarsi dal dentista. Occupandosene invece prima di partorire almeno può essere quasi certa di avere un pensiero in meno e la tranquillità della salute della propria bocca.

    Allo stresso modo di come ci si ricorda di fare controlli ginecologici e di salute, insomma, va ricordato di andare dal dentista. Questo è importante sia per la futura mamma, visto che il mal di denti non è mai una cosa gradevole e di piccole magagne durante la gestazione ce ne sono già abbastanza, sia per la tutela del bimbo che porta in grembo.

    DentalPro: professionalità per la mamma e il suo piccolo

    Una donna in gravidanza ha l’esigenza e il diritto di essere seguita da professionisti capaci, specializzati, esperti che abbiano cura della sua bocca tenendo anche in considerazione l’aumentata sensibilità sia emotiva che fisiologica. È per questo motivo che lo studio dentistico a cui si rivolgono dovrebbe essere all’altezza e dovrebbe saper rispondere alle sue esigenze in tempi rapidi (l’intervento è meglio sia tempestivo!) con tutta la cortesia e la disponibilità del caso.

    Come si evince dalle opinioni su DentalPro che si possono leggere sul web, questi studi spiccano nel settore anche per l’attenzione e la cura dedicata alle future mamme e ai pargoli che portano in grembo. Prevenire e curare adeguatamente i problemi orali, infatti, è importante sia per la salute della mamma, sia per quella del bambino. Gli studi dentistici di DentalPro sono puliti, igienizzati, ariosi e accoglienti e i pazienti di solito vengono fatti accomodare quasi subito, rispettando puntualmente gli appuntamenti.

    Durante la breve attesa, comunque, si potrà sedere comodamente in sala d’aspetto: si sa, infatti, che le donne in gravidanza non riescono a stare in piedi troppo! Di fronte a qualunque necessità, comunque, il personale avrà di certo un occhio di riguardo per le ospiti con il pancione. Medici, igienisti e tutto il team, su cui le opinioni su DentalPro online decantano lodi, si prenderanno poi particolare cura della bocca della futura mamma cosicché, almeno sotto il punto di vista orale, possa stare tranquilla e serena.

    Prevenzione in gravidanza: a casa e in studio

    In base a quanto detto è facile capire quanto sia importante non solo intervenire di fronte a problemi ai denti e alle gengive in gravidanza, ma anche fare prevenzione a 360° sia a casa, sia andando in uno studio dentistico con regolarità. La pulizia dentale domestica deve essere fatta con particolare attenzione e frequenza durante tutti i 9 mesi, meglio dopo ogni pasto e con spazzolini morbidi e dentifrici non abrasivi.

    Dal dentista bisognerebbe fare almeno un paio di sedute di igiene dentale durante la gravidanza. È importante che le pazienti comunichino sempre il loro stato di dolce attesa (o anche se stanno allattando) cosicché il personale dello studio possa prendere tutte le precauzioni del caso e intervenire sempre in sicurezza. Anche cure dentistiche complesse (come la cura delle carie o le estrazioni) possono essere fatte senza problemi, ma la clinica dentistica deve essere adeguata e di alto livello. Cure, esami specialistici (come le radiografie) e farmaci saranno scelti sempre per non sottoporre il feto a rischi.

    Corruzione: il patron della clinica di Castel Volturno si difende davanti gip

    Notizia Precedente

    M5S, Ciarambino: ‘Per Coscioni reparto fantasma al Ruggi e consulenze dall’Ospedale del Mare’

    Prossima Notizia

    Ti potrebbe interessare..