Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Campania

Cultura, Innovazione e Lavoro: c’è L.I.C.E.O. ART IV al Sabatini Menna

Pubblicato

in



Entro il 24 Gennaio sono previste le iscrizioni alla quarta edizione del progetto L.I.C.E.O. ART a
valere sul programma “Scuola Viva – IV annualità – POR Campania FSE 2014/2020”. La
Dirigente Scolastica Ester Andreola ed il suo team di docenti e progettisti hanno voluto mettere in campo attività sempre più integrate con il contesto culturale ed economico della provincia di
Salerno con contenuti e attività didattiche innovative coerenti con la richiesta del mercato del lavoro e con la programmazione dello sviluppo della Regione Campania .
I laboratori previsti nell’ambito di questa edizione che si terrà nell’anno 2020 riguarderanno: Social Media Marketing, Music Art: DIPOP Movimento a Ritmo, Coro Art: dai generi tradizionali
al RAP, Animazione Teatrale, Organizzazione di Eventi Artistico Culturali e Creazione di
Impresa e Orientamento Professionale.
L’iscrizione è aperta agli studenti del Liceo Artistico Sabatini Menna e di altre Scuole Secondarie
di Secondo Grado oltre ad under 25 residenti in Campania. I dettagli sui contenuti dei laboratori
sono pubblicati sul sito del Liceo www.liceoartisticosabatinimenna.edu.it dove sono disponibili
anche i moduli per l’iscrizione da effettuarsi entro le ore 12:00 del 24 Gennaio 2020.
La IV edizione di LICEO ART introduce tematiche culturali e gestionali innovative riconducibili
alla progettazione e realizzazione di manifestazioni con casi di studio riguardanti eventi consolidati
in ambito regionale e nazionale.
Nell’ambito della quarta edizione del progetto Scuola Viva il Liceo Artistico Sabatini Menna si
proporrà come struttura istituzionale di riferimento per il programma Cultura Crea gestito da
Invitalia spa per colmare un vuoto informativo e di orientamento, garantendo la verifica di
fattibilità tecnica, economica, logistica e di mercato per l’accesso a tale opportunità da parte dei
giovani.
Una attività di orientamento e di formazione in materia di valorizzazione artistica e culturale
coerente con l’indirizzo dell’Istituto salernitano che vedrà il coinvolgimento di una rete di partner
costituita da Associazione LAES, Associazione Campania Danza e QS & Partners SNC di
Vincenzo Quagliano.

Continua a leggere
Pubblicità

Caserta e Provincia

Un camionista di 42 anni è stato trovato morto in un’area di servizio del casertano dopo essersi fermato per fare un “pisolino”

Pubblicato

in

La tragedia è avvenuta nell’area di servizio di Dragoni, sulla Strada Statale Telesina.

Stando a quanto emerso l’uomo si era fermato per riposare qualche ora all’interno della cabina del suo camion prima di rimettersi in viaggio. Purtroppo però non si è più svegliato.

Ad accorgersi del dramma un collega camionista che ha chiamato i soccorsi. Nonostante il tempestivo intervento dei sanitari del 118 per l’uomo non c’era già nulla da fare: i medici non hanno potuto fare altro che constatare l’avvento decesso causato da un arresto cardiaco.

Continua a leggere



Caserta e Provincia

Tre ragazzi pestati fuori ad un bar nel Casertano: indagano i carabinieri

Pubblicato

in

Aggredite tre persone all’esterno di un locale a San Prisco: è giallo sulla dinamica.

Trauma cranico e ferite lacero contuse al volto sono il risultato di un’aggressione subita da tre ragazzi di Recale (G. L. di 34 anni e C. M e C. D. entrambi 35 enni) nello slargo antistante un bar di via Stellato. Erano verso le 2.30 nella notte tra venerdì e sabato quando i tre ragazzi mentre bivaccavano all’esterno del locale sono stati sopraggiunti da altri ragazzi e da lì ne è nata un’aggressione terminata con lesioni al volto ed alla testa. Poi gli aggressori si sono dileguati, almeno secondo il racconto delle vittime.

Sopraggiunto il 118 che li ha trasportati presso il presidio ospedaliero Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Dati gli schiamazzi all’esterno del locale causati dall’aggressione sono sopraggiunti i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Santa Maria Capua Vetere. La dinamica ancora dai contorni oscuri è al vaglio dei carabinieri della stazione di San Prisco. I militari infatti hanno acquisito le telecamere del circuito di videosorveglianza del locale al fine di far luce sulla vicenda.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette