Sono in sei, sono tutti maggiorenni, alcuni con precedenti, e nei loro confronti si ipotizza il reato di violenza privata. C’è una svolta nell’indagine sul sequestro di ambulanza del 118 avvenuto domenica sera a  ed è arrivata dopo l’informativa depositata dai carabinieri al pool di magistrati della Procura di Napoli, coordinati dall’aggiunto Rosa Volpe. Gli inquirenti stanno esaminando i comportamenti adottati da sei giovani per costringere i sanitari a intervenire per soccorrere un loro amico di 16 anni che aveva avuto un incidente in scooter e aveva un ginocchio slogato. Dall’acquisizione delle testimonianze, emergono versioni discordanti riguardo quanto accaduto domenica scorsa.

LEGGI ANCHE  Suicidio di Arianna Flagiello: 19 anni di carcere all'ex
ADS



Siamo la redazione di Cronache della Campania. Sembra un account astratto ma possiamo assicurarvi che è sempre un umano a scrivere questi articoli, anzi più di uno ed è per questo usiamo questo account. Per conoscere la nostra Redazione visita la pagina "Redazione" sopra nel menù, o in fondo..Buona lettura!

Medici aggrediti, Fsp Polizia: “Servono posti fissi e agenti negli ospedali nelle 24 ore, ma gli uomini in servizio non bastano”

Notizia precedente

Napoli, autista dell’Anm arreda il vano di via Brin come sua stanza e dorme in servizio e 63 rifiutano di uscire in servizio

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..