Al centro storico di Napoli appare un cartello informativo abusivo e osceno. Verdi:” Pessimo esempio di accoglienza e ...

SULLO STESSO ARGOMENTO

Al centro storico di Napoli è stato esposto un cartello, realizzato con un pezzo di cartone, che dà indicazioni ai turistici su come raggiungere San Gregorio Armeno, esibendo, però’, un linguaggio scurrile ed inappropriato.
“Rappresenta un pessimo esempio di accoglienza e di civiltà. I turisti sono una risorsa inestimabile per la nostra città e vanno salvaguardati, inoltre il linguaggio scurrile, la volgarità e la maleducazione non dovrebbero essere usati con nessuno, è una questione di civiltà. Il cartello in questione deve essere rimosso immediatamente. Si tratta di un impeto di presunzione e maleducazione che non rispecchia affatto la nostra proverbiale accoglienza” – hanno così commentato il Consigliere Regionale del Sole che ride Francesco Emilio Borrelli con il responsabile ambiente del Sole che Ride Enzo Vasquez e il conduttore radiofonico Gianni Simioli.






LEGGI ANCHE

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Tampona e fa cadere moto: automobilista denunciato. Ferito gravemente il centauro

Il 57enne dovrà rispondere delle accuse di lesioni personali stradali a seguito di un incidente verificatosi nella serata del 19 febbraio scorso. Durante la...

Al Castello Medievale di Faicchio (BN) la fiaba più bella con la ‘Royal Family Experience’

Esperienza immersiva "Royal Family" al Castello Medievale di Faicchio (BN) Il Castello Medievale di Faicchio ospiterà l'evento esclusivo "Royal Family Experience" il 24 e 25...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE