Male. Anzi malissimo. Il pomeriggio della Juve Stabia si chiude con un’altra brutta sconfitta, questa volta ai danni di un più quotato Frosinone. Il 2-0 finale, firmato da Beghetto e Ciano, è stato, per certi versi, anche un po’ bugiardo: gli ospiti, fermati da palo e traversa, avrebbero certamente meritato un punteggio più rotondo. Altri passi indietro, dunque, per Caserta e i suoi calciatori. C’è bisogno di una svolta, questa squadra non ha ancora una sua identità.
Prima frazione certamente non indimenticabile tra le due squadre: ritmi bassi, giro palla lento e poche occasioni create sia da una parte che dell’altra. La formazione di mister Caserta parte meglio rispetto agli ospiti con un tiro dalla distanza di Calò ben respinto da Bardi in calcio d’angolo.
I Ciociari passano in vantaggio al decimo di gioco grazie a una rete di Beghetto, la cui conclusione ha letteralmente piegato le mani di un Russo non esente da colpe. Reazione minima delle Vespe che ci provano prima con Mezavilla, il quale avrebbe siglato il pari se l’arbitro non avesse fischiato un fallo precedente, e con Ricci dalla lunga distanza.
Se il primo tempo è stato giocato piuttosto male da Mezavilla e compagni, la ripresa è andata peggio. Reazione di squadra pari a zero, azioni da gol non pervenute e una condizione fisica imbarazzante. E a sfiorare più volte il gol del raddoppio è stato proprio il Frosinone, prima con Dionisi e poi con Ciano, ad entrambi viene negata la gioia del gol dai legni della porta di Russo. L’unica, vera, chance di pareggiare il match l’ha avuto il solito Calò da un calcio di punizione da circa trenta metri. Nel finale, Russo atterra Novakovikh: rigore per il Frosinone realizzato da Camillo Ciano. Un 2-0 meritatissimo per gli uomini di mister Nesta
Una prestazione assolutamente da dimenticare, dunque, per la Juve Stabia. L’ennesima di questo difficilissimo inizio di stagione in Serie B. I punti persi cominciano a diventare troppi, la zona bollente della classifica è sempre lì. Oggi nemmeno il fattore Menti è servito a qualcosa, ma alla fine a vincere sono sempre loro: gli irriducibili della Curva Sud.

Link sponsorizzati

TABELLINO JUVE STABIA-FROSINONE 0-2
JUVE STABIA(4-3-3): Russo; Vitiello, Mezavilla, Fazio, Ricci; Calò, Mallamo, Carlini(Addae 67′), Canotto, Elia(Boateng 53′), Forte. A disposizione Branduani, Boateng, Melara, Di Gennaro, Bifulco, Izco, Todisco, Del Sole, Addae, Germoni, Della Pietra, Buchel. Allenatore Fabio Caserta
FROSINONE(3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Zampano, Rohden(Haas 74′), Maiello, Gori, Beghetto; Dionisi(Ciano 60′), Novakovikh. A disposizione Iacobucci, Bastianello, Haas, Salvi, Matarese, TRibuzzi, Vitale, Szyminsky, Ciano, Trotta, Kragnc, Guelfi. Allenatore Alessandro Nesta
MARCATORI: Beghetto(F), Ciano(F)
AMMONITI: Forte(JS), Canotto(JS), Dionisi(F), Vitiello(JS), Capuano(F), Bardi(F), Russo(F)
ESPULSI:
ANGOLI: 7-2
RECUPERO: 2’pt-4’st

Link sponsorizzati