Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Castellammare di Stabia

L’avvocato di Greco in aula: ‘Le sue condizioni sono estremamente gravi, facciamo presto’

Pubblicato

in

adolfo greco


“Le sue condizioni sono estremamente gravi, facciamo presto”. E’ l’appello dell’avvocato Stravino al termine dell’udienza del processo ordinario Olimpo. Il legale dell’imprenditore Adolfo Greco chiede, ancora una volta, al Tribunale di arrivare quanto prima alla fine del processo. Oggi è stata l’ultima volta per il teste di polizia giudiziaria, l’ispettore della sezione anticorruzione della Squadra Mobile di Napoli, Diego Albrizio che ha continuato l’esame iniziato due udienze fa. Seppur in videoconferenza, all’ udienza di oggi hanno assistito gli imputati Michele Carolei, Luigi Di Martino, Attilio Di Somma, detenuti nella stessa casa circondariale. In aula Umberto Cuomo e Raffaele Carolei. Presente in video anche Luigi Di Martino detenuto nel carcere di “Milano-Opera” in regime del 41bis. Assente, ancora una volta, Adolfo Greco. L’ispettore di polizia ha risposto alle domande del collegio giudicante presieduto dal giudice Iannone e ai quesiti posti dagli avvocati difensori. Nel corso del dibattimento sono stati toccati, ancora una volta, alcuni episodi chiave delle indagini quali l’estorsione a danni di Giuseppe Imperati e il conseguente interessamento di Adolfo Greco, amico di famiglia interpellato per dei consigli su come affrontare la vicenda. L’Avvocato Michele Riggi, difensore dell’imputato Umberto Cuomo, ha posto alcune domande al teste per cercare di inquadrare al meglio la fase investigativa riguardante Cuomo e il suo ruolo. Ampio spazio anche alla posizione dell’imputato Adolfo Greco, ritenuto dagli investigatori oltre che parte attiva anche una vittima dei Clan camorristici egemoni sul territorio stabiese. E’ stata affrontata anche l’episodio relativo all’estorsione consumata ai danni dell’imprenditore da parte di esponenti del clan Cesarano la cui organizzazione ha visto numerosi esponenti finiti in carcere proprio la scorsa settimana per estorsioni ad attività commerciali presenti nella periferia nord della città. Si è parlato anche dell’incontro con Teresa Martone, vedova del boss defunto D’Alessandro, che si recò personalmente dall’imprenditore Greco per fare alcune richieste. Adolfo Greco, è emerso dall’ esame del teste in aula, nel corso dell’attività investigativa “non si è posto come esponente della criminalità organizzata” e che “non c’è un diretto riferimento tra l’imprenditore, la criminalità organizzata egemone sul territorio stabiese e la Nuova Camorra Organizzata”. Nel corso dell’attività di indagine gli inquirenti hanno visto che seppur Greco “è la stessa persona di un tempo” in nessuno dei casi ritengono che “è appartenente” ad uno o “agli attuali clan”. L’avvocato Stavino, tuttavia, ha tenuto a precisare, per ricordare che Greco è parte lesa della Camorra – che sul volto del suo assistito, poco più di sette anni fa, “è stata puntata una pistola, minacciato un autista, bruciata un’auto, che si è visto i cammorristi appostati nella sua abitazione e che ha subito estorsioni”. Sulla vicenda Greco si è anche costituito parte civile nel medesimo processo. Nella prossima udienza sarà esaminato l’ispettore Savarese che ha contribuito a gran parte delle indagini. Si ritornerà in aula la seconda settimana di dicembre. (emidav)
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua a leggere
Pubblicità

Calcio

La nuova Juve Stabia comincia con una vittoria in Coppa Italia

Pubblicato

in

Il nuovo corso della Juve Stabia parte al meglio con la vittoria sul Tritium, match valido per il primo turno di Coppa Italia.

 

Le Vespe si sono imposte per 2-1 grazie allo sfortunato autogol di Aldè nel primo tempo e il gol vittoria di capitan Mastalli, giunto dopo il momentaneo pareggio di Marzeglia.
JUVE STABIA – TRITIUM 2-1
JUVE STABIA: Lazzari; Oliva (64’ Bentivegna), Troest, Codromaz, Todisco; Mastalli, Berardocco, Grimaldi; Golfo, Della Pietra (82’ Stoecklin) Guarracino (64’ Rizzo). A disposizione: Esposito, Sigismondo, Tufano, Selvaggio, Maresca. All: Padalino
TRITIUM: Miori; Perico, Aldè (87’ Senes), Marinoni (76’ Mari), Bertaglio, Gritti, Caferri, Lacchini, Personè, Forlani (70’ Di Bella), Marzeglia. A disposizione: Rota, Della Volpe, Caferri L., Motta. All: Pelati
ARBITRO: Matteo Marchetti di Ostia Lido ASSISTENTI: Del Giovane – Di Iorio
MARCATORI: 45’ ag. Aldè (JS), 81’ Marzeglia (T), 84’ Mastalli (JS)
AMMONITI: Oliva (JS), Perico (T)

Continua a leggere



Campania

Fincantieri, impostata a Castellammare l’ unità sperimentale Zeus

Pubblicato

in

Si è svolta oggi, presso il cantiere di Castellammare di Stabia, l’impostazione di Zeus – Zero Emission Ultimate Ship, un’unità navale sperimentale alimentata tramite fuel cell per la navigazione in mare e prima nel suo genere al mondo.

Lo riferisce una nota, spiegando che il completamento dei lavori è previsto per il 2021. La ricerca alla base di Zeus, prosegue la nota, riguarda il miglioramento della sostenibilità ambientale di navi cruise, mega-yacht, traghetti, ferry e navi da ricerca oceanografica, attraverso la riduzione delle emissioni di gas effetto serra nonché gli ossidi di azoto (NOx), ossidi di zolfo (SOx) e particolato. Con una lunghezza di circa 25 metri e una stazza di circa 170 tonnellate, Zeus sarà infatti un laboratorio galleggiante finalizzato ad acquisire informazioni sul comportamento nell’ambiente reale delle fuel cell, dispositivo elettrochimico che permette di ottenere energia elettrica direttamente dall’idrogeno senza processo di combustione termica.Zeus sarà dotata di un apparato ibrido (2 diesel generatori e 2 motori elettrici) da utilizzare come sistema di propulsione convenzionale. A questo si aggiungono un impianto di fuel cell di 130 kW, alimentato da circa 50 kg di idrogeno contenuti in 8 bombole a idruri metallici, secondo tecnologie già in uso sui sommergibili, e un sistema di batterie, che insieme consentiranno un’autonomia di circa 8 ore di navigazione a zero emissioni ad una velocità di circa 7,5 nodi.

L’architettura del quadro di propulsione, si legge ancora nella nota, permetterà di alimentare i motori in quattro diversi modi: Zero Noise, in cui si utilizzano esclusivamente batterie al litio capaci di garantire un’autonomia di 4 ore di navigazione alla velocità di 4 nodi; Zero Emission, in cui l’energia elettrica viene fornita dalle fuel cell; navigazione su diesel generatore con batterie in ricarica e navigazione su diesel generatore per i trasferimenti, con una autonomia di 60 ore a 9 nodi.Il secondo obiettivo della ricerca è sviluppare un nuovo modello di generazione energetica elettrica e termica a bordo delle navi da crociera. Tale risultato consentirà di aumentare il livello di comfort dei passeggeri, riducendo la rumorosità e le vibrazioni prodotte dai sistemi generativi; di aumentare il rendimento di conversione energetica, mediante l’adozione di sistemi generativi privi di parti meccaniche in movimento; di aumentare la sicurezza della nave, incrementando la ridondanza dei sistemi oggi in uso; di ridurre la taglia dei gruppi diesel generatori imbarcati.Verranno inoltre testate soluzioni d’impiego di nuovi materiali green di allestimento, fra i quali nuovi rivestimenti, pannelli fotovoltaici per il mantenimento della carica delle batterie e lampade oled a basso consumo.L’iniziativa vede la partecipazione di molteplici realtà del gruppo, tra cui gli stabilimenti di Castellammare di Stabia e di Palermo, Fincantieri SI, Seastema, Cetena e Isotta Fraschini Motori, a dimostrazione della capacità di Fincantieri di integrare il contributo dei suoi centri di competenza interni e del sistema ricerca nazionale nella realizzazione di un prototipo dalle caratteristiche estremamente innovative.Hanno contribuito al progetto, in qualità di consulenti, il Cnr, le università di Genova, Palermo e Napoli, l’Ente Nazionale di Ricerca e promozione per la standardizzazione e il Rina. L’unità sarà realizzata nell’ambito del progetto ‘Tecnologie a basso impatto ambientale’ (Tecbia) e co-finanziata dal Ministero dello Sviluppo Economico all’interno del Programma Operativo Nazionale.

Continua a leggere



Le Notizie più lette