Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Quartieri di Napoli

Alzheimer e sclerosi: workshop al Cto di Napoli

Pubblicato

in




NAPOLI. Alzheimer e sclerosi: se ne è discusso nell’aula magna del CTO di Napoli-AORN dei Colli, nel corso del workshop dal titolo “Il ruolo della diagnostica di laboratorio nelle patologie neurodegenerative” organizzato dal  laboratorio di Patologia clinica del CTO. Responsabili scientifici del dibattito: Ciro Esposito, direttore dello stesso laboratorio e Bruno Ronga, direttore del reparto di Neurologia dell’ospedale dei Colli. Moderatore: Luigi Atripaldi, direttore del laboratorio di Biochimica dell’ospedale “Monaldi” di Napoli. Per quanto concerne la parte clinica, sono intervenuti i dottori Felice Romano, Alessandro Iavarone, Domizia Vecchio, Ilaria Crespi e Cinzia Coppola. Per la parte laboratoristica, si sono alternati i “camici bianchi” Annalisa Esposito, Annalisa Di Santi e Guido Marelli. In apertura dei lavori, Vincenzo Piscopo, commissario straordinario dell’Ordine dei Biologi per la Campania e il Molise, ha espresso la propria soddisfazione, “e quella dei Biologi” per “la problematica in discussione”. E che si tratti di una problematica rilevante lo dimostrano i numeri. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, infatti, sono circa 35,6 milioni le persone nel mondo affette da demenza, con 7,7 milioni di nuovi casi ogni anno e un nuovo caso di demenza diagnosticato ogni 4 secondi. In Italia, secondo l’Istat, circa 1 milione di persone vengono colpite da questa malattia; invece, per quanto concerne la sclerosi multipla, sono circa 2,2 milioni le persone affette da tale patologia nel mondo: 750mila solo in Europa e oltre 122mila in Italia. Nel corso del workshop si è discusso a lungo circa l’importanza dei biomarcatori che, insieme all’esame clinico del paziente, possono portare ad una corretta e definitiva diagnosi. E proprio a proposito di diagnosi, è stata sottolineata la centralità e l’importanza di un laboratorio come quello di Patologia clinica del CTO di Napoli dove è possibile sostenere gli  esami per la diagnosi delle malattie neurodegenerative.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Traffico in tilt a Napoli, ingorghi in tutta la città

Pubblicato

in

Traffico in tilt a Napoli, ingorghi in tutta la città.Polizia Municipale: tutti agenti in strada, pesa la paura covid.

 

Mattina di grandi ingorghi di traffico veicolare a Napoli. La riapertura delle scuole dopo l’allerta meteo, il maltempo, le difficolta’ del trasporto pubblico e l’aumento dell’uso dell’auto privata a causa del Covid hanno portato un forte aumento del traffico. “Abbiamo tutti gli uomini impegnati in strada – ha affermato Ciro Esposito, capo della Polizia Municipale – in una mattinata molto critica. Ci sono stati forti ingorghi nella zona ospedaliera, ma anche nelle aree vicine come a Capodimonte e in altre aree della città”. Traffico ingolfato anche in via Marina e nel tratto che dalla stazione di Piazza Garibaldi porta al centro cittadino.

I problemi di oggi sono appesantiti anche dalla chiusura per lavori della Galleria Vittoria con la riapertura di un tratto del lungomare normalmente pedonale, mentre la Linea 1 della Metropolitana limita il suo percorso alla tratta Piscinola-Dante: “Abbiamo agenti – spiega Esposito – anche in via Partenope per far rispettare il limite di velocita’. Purtroppo ci aspettavamo dei problemi anche perche’ il la paura del covid incide anche sulle scelte delle famiglie: molti decidono di prendere l’auto privata e non i mezzi pubblici come facevano lo scorso autunno”. La polizia municipale e’ stata impegnata anche nella notte per la sistemazione dei nuovi percorsi per le auto decise dopo la chiusura della Galleria Vittoria.

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Le Notizie più lette