Battipaglia. Truffa aggravata ai danni di compagnie assicurative nazionali, dello Stato e del servizio sanitario nazionale per centinaia di migliaia di euro. A scoprirla i carabinieri della Compagnia di Battipaglia, diretta dal maggiore Vitantonio Sisto. Nei guai è finito un sedicente agente battipagliese, denunciato in stato di libertà. L’uomo attraverso l’uso di sofisticati software ed attrezzature di stampa, realizzava polizze pressoché identiche alle originali ma ovviamente del tutto contraffate, in alcuni casi anche clonate o alterate: oltre 200 gli ignari automobilisti, provenienti da tutta la provincia di Salerno, che si sono rivolti a lui, anche in virtù delle basse tariffe che proponeva per assicurare veicoli di ogni tipo, che in realtà, all’esito dell’indagine dei militari battipagliesi, sono risultati tutti scoperti di qualsivoglia copertura assicurativa e sanitaria. Il blitz è scattato questa mattina, quando i carabinieri della Stazione di Battipaglia hanno bussato alla porta dell’uomo, sottoponendolo a perquisizione domiciliare: sequestrati un pc, programmi e presunte polizze fasulle, oltre a banconote contraffatte da 50 euro. Perquisito anche un locale, dove il sedicente agente assicurativo incontrava i suoi clienti per incassare il denaro e consegnare i tagliandini dell’assicurazione, rigorosamente falsi, sfruttando i marchi delle principali compagnie nazionali ed internazionali. L’indagine s’inquadra in un’inchiesta più ampia della Procura della Repubblica di Milano: l’ipotesi è dunque che il soggetto battipagliese indagato faccia parte di un’organizzazione estesa a livello nazionale. Anche alcune agenzie di pratiche auto salernitane si trovano, loro malgrado, coinvolte nel giro d’affari illecito messo in piedi dall’indagato un’organizzazione estesa a livello nazionale. Anche alcune agenzie di pratiche auto salernitane si trovano, loro malgrado, coinvolte nel giro d’affari illecito messo in piedi dall’indagato.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati