Enorme successo ha riscosso la presentazione del libro di Lucio Sandon “Cuore di Ragno” (Graus Edizioni) presso la Sala Cinese della Reggia di Portici. Vivi apprezzamenti all’opera e all’autore sono stati rivolti dal Sindaco di Portici dottor Vincenzo Cuomo che nel salutare la folta platea intervenuta ha dichiarato: “Conosco bene i luoghi che Lucio Sandon descrive nel suo pregevole romanzo. Ritorno sempre con grande entusiasmo nella Baia di Ieranto e non potrebbe essere il contrario. Inoltre, ha poi aggiunto il sindaco, rivolgo il mio più vivo apprezzamento all’editore Piero Graus per tutto il lavoro che ha svolto in questi anni che, per alcune occasioni, ci ha visti collaborare insieme quando ho rivestito la carica di Senatore della Repubblica. Senz’altro la Graus Edizioni, con tutto il suo staff, continuerà con questo percorso e saprà raggiungere traguardi importanti”.
L’editore Piero Graus, intervenuto alla serata, ha ringraziato il sindaco Cuomo per le parole espresse nei confronti della casa editrice e, a sua volta, “ha ribadito che il lavoro di redazione punterà a una sempre maggiore diffusione della libro e della lettura, soprattutto tra i giovani studenti”. La serata è poi proseguita con il dibattito incentrato sul romanzo storico di Sandon, un lavoro con che proietta il lettore nel 1861, al tramonto del Regno delle Due Sicilie e ai margini dell’unità d’Italia una nave dell’esercito garibaldino parte dalla Sicilia con a bordo un carico di esplosivo e una truppa di militari inglesi, sotto il comando di un colonnello britannico. La nave “Ercole” approda a Ieranto, un luogo paradisiaco, e porta qui morte e distruzione. Perché le truppe garibaldine si sono recate proprio a Ieranto per seminare terrore e morte?
La discussione ha visto protagonisti insieme all’autore gli scrittori Alfredo Carosella e Vincenzo Russo. Leda Conti, invece, ha letto alcuni passi del libro.

Regina Ada Scarico
Contenuti Sponsorizzati