Napoli, appalti al Cardarelli: al processo scontro sulle intercettazioni

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il prossimo 2 dicembre sarà un giorno importante per il processo sui presunti appalti truccati all’ospedale Cardarelli di Napoli. Il giudice del collegio C della prima sezione penale del Tribunale, Antonia Napolitano Tafuri, si dovrà pronunciare riguardo l’utilizzabilità di tantissime intercettazioni che sono state captate con un virus spia, il cosiddetto trojan, inoculato nei telefoni degli indagati. L’indagine riguarda anche le infiltrazioni della camorra negli appalti del nosocomio, ed è imputato tra gli altri (non per associazione a delinquere) l’imprenditore Alfredo Romeo. Sono stati proprio i suoi legali Alfredo Sorge, Gianbattista Vignola e Francesco Carotenuto a sollevare l’eccezione di inutilizzabilità del virus spia, così come risultato anche da un recente pronunciamento della Corte di Cassazione. I pm, Celeste Carrano e Francesco Raffaele, hanno ribattuto punto su punto alle eccezioni. Le intercettazioni riguardano conversazioni captate negli uffici romani e napoletani dell’imprenditore Romeo ma non solo. Il virus spia, infatti, era su disposizione degli inquirenti anche nei telefoni di altri due indagati nell’ambito dello stesso procedimento. Le intercettazioni riguardano conversazioni captate negli uffici romani e napoletani dell’imprenditore Romeo ma non solo. Il virus spia, infatti, venne inoculato su disposizione degli inquirenti anche sui telefoni di altri due indagati.


Torna alla Home


Bacoli, restaurata la scalinata dello Schiacchetiello

Super colorata e completamente restaurata, la scala dello Schiacchetiello a Bacoli si appresta ad essere inaugurata ufficialmente, offrendo un accesso più comodo a una delle spiagge più belle della provincia di Napoli, come ha annunciato il sindaco Josi Gerardo Della Ragione. Il tratto di costa tra gli scogli tufacei e...

Pusher di Marano arrestato in provincia di Caserta

I Carabinieri del Reparto Territoriale di Mondragone hanno arrestato un 43enne di Marano di Napoli per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo, a bordo di una Lancia Y condotta da un'altra persona, è stato fermato in via Abate Cesare a Monte durante un normale controllo alla circolazione...

Assenteismo alla Reggia di Caserta, una condanna e 4 assoluzioni

Una condanna e quattro assoluzioni: questo il verdetto emesso dal giudice monocratico Norma Cardullo del tribunale di Santa Maria Capua Vetere al termine del processo sui casi di assenteismo alla Reggia di Caserta. Un anno e cinque mesi di reclusione sono stati inflitti a Giovanni Maiale, mentre sono stati assolti...

Operaio di Casoria morto in un’azienda di Marcianise: aperta un’inchiesta

La Procura di Santa Maria Capua Vetere indaga per omicidio colposo su un infortunio mortale sul lavoro avvenuto l'11 aprile scorso in un'azienda della zona industriale Nord di Marcianise (Caserta), dove ha perso la vita l'operaio Carlo Amendola, 53enne di Casoria L'uomo è stato travolto da un macchinario, riportando gravi...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE