Ha intrapreso viaggi “culinari” dall’Asia all’Inghilterra, 14 anni in giro per il mondo, in  valigia i sapori della cucina mediterranea, la sua storia, raccontata nel libro “Uomini, viaggi, ingredienti” (Areablu Edizioni), ripercorre il cammino iniziato dalla sua terra d’origine Castellammare di Stabia fino al Paese del Sol Levante, è un mix di ricette, passione ed esperienza. Parliamo di Rino De Feo “lo chef viaggiatore” pronto a ritornare in Italia per aprire un ristorante a Pimonte. L’orgoglio gastronomico stabiese apre nel paese incastonato tra i Monti Lattari “Tenuta Miranda”: ambiente moderno per un casale antico che offre ai suoi ospiti piatti della cucina del territorio unita alla la filosofia orientale. Tra i fornelli della cucina spiccano inoltre i nomi di due chef italiani Nicola Iacono (ischitano) e Pietro Bulla (siciliano), in Cina con De Feo per diversi anni, ad accogliere i commensali in sala le sorelle Margherita e Ida Fontanella di Gragnano, proprietarie del casale. Un progetto gastronomico, un unico concept, un connubio frutto dell’esperienza dello chef prima in Indonesia e poi in Cina, paesi dove se segui le regole, rispetti la cultura, rispetti gli altri tutto diventa possibile… Lui ce l’ha fatta ed è pronto per ripartire

Grande successo per Scena Teatro con ‘Ammazzali’ al Festival Nazionale di Rimini

Notizia Precedente

Scrittori e artisti da tutta Italia a Camerota per il premio Inula. Sabato 19 ottobre la premiazione

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Cucina