Italiano ucciso in Thailandia per gelosia

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un italiano di 58 anni, Mario Ferrari, e’ stato ucciso ieri mattina a Khon Kaen, nel nordest della Thailandia, in un omicidio che secondo gli inquirenti sarebbe da attribuire a motivi passionali. Ferrari, nato a Cremona, era in sella al suo scooter quando è stato colpito alla testa e alla schiena da proiettili sparati da Suchin Aumkate, un thailandese di 41 anni che lo stava pedinando. La polizia locale e’ riuscita a identificare l’assassino grazie ai filmati delle telecamere di sicurezza installate nella zona. L’uomo si è costituito nel pomeriggio di ieri, confessando il crimine e consegnando anche la pistola calibro 32 utilizzata per il delitto. Il movente dell’omicidio, secondo gli inquirenti, è la gelosia dell’assassino per la frequentazione di una donna thailandese da parte di Ferrari, che era arrivato in Thailandia da poco e sarebbe dovuto ripartire tra pochi giorni.







LEGGI ANCHE

Caiazzo, sequestrato allevamento bovino per irregolarità negli effluenti zootecnici

I militari del Nucleo Carabinieri Forestale di Formicola  e i veterinari sono intervenuti presso un'azienda zootecnica a Caiazzo per verificare le condizioni di un...

Qualiano, arrestato pedofilo di 62 anni: deve scontare 6 anni di carcere

Nella mattinata odierna, la Polizia di Stato ha individuato e arrestato un uomo di 62 anni a Qualiano, su ordine della Procura della Repubblica...

‘Lucciole all’inferno – a Pier Paolo Pasolini’ in scena al teatro Sala Molière di Pozzuoli

"Spettacolo teatrale 'Lucciole all’inferno – a Pier Paolo Pasolini' al teatro Sala Molière di Pozzuoli" Il teatro Sala Molière di Pozzuoli ospiterà sabato 2...

Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE