Folla ai funerali dei due poliziotti uccisi: ‘Erano 2 ragazzi come noi’

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ terminata poco dopo le 12.30 la messa solenne celebrata dal vescovo di Trieste, mons. Giampaolo Crepaldi per i funerali dei due agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego. Le due bare sono state portate fuori a spalla. Al termine dell’omelia, invitati i fedeli a scambiarsi un segno di pace, il vescovo di Trieste mons. Crepaldi è sceso dall’altare e ha raggiunto la prima panca, dove siedono i familiari dei due agenti uccisi. Il vescovo si è trattenuto a parlare con loro poi è tornato sull’altare per riprendere la messa. Erano tante le autorità presenti ai funerali. Il ministro degli Interni Lamorgese, e il viceministro Matteo Mauri; il ministro dello Sviluppo economico, Patuanelli, il capo della Polizia Gabrielli, il Presidente della Camera Roberto Fico. Folla di migliaia di persone lungo la strada, dalla Questura alla chiesa di sant’Antonio.

Sulla dinamica di quanto accaduto il 4 ottobre scorso all’interno della Questura di Trieste dove sono morti i due agenti di Polizia, Pierluigi Rotta e Matteo Demenego “sta lavorando la magistratura. Non mi posso esprimere, ma soprattutto non credo si possa essere in grado per come sono andate le cose di ricostruire con certezza quanto accaduto. Purtroppo non abbiamo testimoni”. Lo ha detto a margine dei funerali dei due poliziotti uccisi che si sono tenuti oggi a Trieste il capo Direzione anticrimine centrale, Francesco Messina. “Io – ha aggiunto – sono sicuro che il lavoro che stanno facendo la Squadra Mobile e la magistratura di Trieste porterà comunque a ottenere dei risultati soddisfacenti”..
“Erano due ragazzi come noi, per questo non ci abbiamo pensato più di tanto prima di venire qua”. Sara e Maura sono due commesse che lavorano in un negozio di abbigliamento e in un negozio di alimentari e sono due delle migliaia di persone che hanno preso parte ai funerali di Matteo Demenego e Pierluigi Rotta. Durante i funerali di questa mattina tantissime persone si sono radunate in piazza Sant’Antonio ai piedi della omonima chiesa per portare l’ultimo saluto agli agenti. In mezzo, tante le divise dei colleghi di Pierluigi e Matteo che con discrezione hanno controllato che tutto andasse per il meglio. Tra loro anche gli Uopi, la squadra speciale intervenuta per bonificare l’area della sparatoria. “Sono venuta perché la considero una tragedia umana – racconta Elisa di professione commercialista – ormai Trieste non è più la città tranquilla di prima e la globalizzazione ha portato nuovi cambiamenti”. Poco distante c’è Cristiano, pensionato in lacrime che guarda verso la chiesa “Non ci sono parole, non si può dire niente, c’è solo tanto dolore”. Arrivano dal Lazio invece una madre con la figlia che erano a Trieste in vacanza “ci sono delle emozioni molto forte, tanta commozione, non ci abbiamo pensato più di tanto prima di decidere di venire alla cerimonia”. “Poteva esserci lui” racconta una ragazza con gli occhi pieni di lacrime, “io sono una studentessa e il mio fidanzato e’ un militare mi viene da piangere a pensarci”. Mario fa invece l’artigiano “i poliziotti li vedo perché girano per la città e quello che è accaduta va oltre a ogni pensiero. E’ veramente un dramma. Il rovescio della medaglia di questa terribile tragedia è vedere un città cosi’ unita nel dolore. Trieste ha saputo tributare un saluto bellissimo ai suoi figli delle stelle”


Articolo offerto da Emmerre Auto - Torre del Greco
Torna alla Home


Napoli, maxi rissa tra stranieri in piazza Garibaldi: 6 denunciati

Napoli.Nella serata di venerdì, la Polizia ha risposto a una segnalazione di rissa a Piazza Garibaldi. Alcune persone sono state fermate con ferite e due coltelli sono stati rinvenuti sul luogo. Gli agenti hanno denunciato 6 persone, di varie nazionalità e compresi tra i 17 e i 28 anni, per...

Terremoto a Napoli, paura nella zona collinare

Lo sciame sismico in corso nella zona flegrea,  da ieri ha prodotto altre scosse stamane avvertite anche in diversi quartieri della città di Napoli. Intorno alle 9.45 due eventi tellurici verificatisi a distanza di un paio di minuti, sono stati distintamente avvertiti dalla popolazione, non solo nelle aree del bradisismo...

Marano in ansia per il parrucchiere Antonio Scatozza: scomparso da ieri mattina

Da ieri mattina non si hanno notizie di Antonio Scatozza, un parrucchiere di 48 anni residente a Marano, proprietario di un negozio situato in via Adda, al confine con Calvizzano. Come di consueto, ieri mattina Antonio ha lasciato la sua abitazione per recarsi al negozio che si trova nello stesso...

Meteo Napoli con tempo estivo ma da martedì torna la pioggia

Previsioni Meteo Napoli con sole e caldo questo weekend, con l'Anticiclone Azzoriano che domina tutta l'Italia e il Mediterraneo centro-occidentale. Ma godetevi il bel tempo perché un'ondata di maltempo e freddo è in arrivo all'inizio della prossima settimana. Ecco le previsioni per oggi: Nord: Soleggiato ovunque, con temperature minime e massime...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE