Sciogliere il Consiglio comunale di AVELLINO alla luce di quanto accaduto nel capoluogo con gli arresti legati al nuovo clan Partenio. E’ questa la richiesta avanzata dal deputato del Movimento 5 Stelle, Antonio Del Monaco, nel corso delle interrogazioni parlamentari. L’esponente pentastellato ricostruisce quanto accaduto in città a inizio settimana. “Sono 23 le persone arrestate su ordine del Gip e su richiesta della Dda di Napoli, operazione condotta da Carabinieri e della Guardia di Finanza”. Del Monaco sottolinea come “Tra gli indagati c’è anche il coordinatore provinciale della Lega che si è autosospeso dall’incarico. Avvisi di garanzia e decreti di perquisizione anche a Damiano Genovese, consigliere comunale della Lega”. C’è da precisare, però, che Genovese è non è più consigliere comunale dallo scorso 24 novembre 2018, quando venne sfiduciata l’amministrazione pentastellata guidata da Vincenzo Ciampi.
Alle ultime elezioni amministrative di fine maggio Genovese non era candidato. Il parlamentare, nel corso della sua interrogazione, fa riferimento anche alle ipotesi di reato avanzate dalla Procura tra cui lo scambio politico di stampo mafioso. “Nell’inchiesta è indagato anche Sabino morano, segretario Lega per la Provincia di AVELLINO. Nei suoi confronti si ipotizza il reato di scambio politico elettorale mafioso” sottolinea Del Monaco chiedendo al Ministro della Giustizia di fare chiarezza su quanto avvenuto ad AVELLINO e al Ministro dell’Interno di “di valutare al più presto lo scioglimento del Consiglio Comunale di AVELLINO”.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati