Napoli. Dovrà scontare 12 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. Arrestato dai carabinieri di Napoli Giovanni Caruso, 67 anni, ritenuto elemento di spicco del clan Cimmino del Vomero. I militari l’hanno individuato e arrestato dopo che era sfuggito per più di un mese ad un provvedimento restrittivo diffuso dall’autorità giudiziaria di Salerno. A finire in manette l’uomo, secondo gli inquirenti, attivo nei quartieri napoletani del Vomero e dell’Arenella. Destinatario di un’ordinanza di carcerazione definitiva emessa dalla Corte di Appello di Salerno, Caruso dovrà scontare 12 anni di reclusione per il reato di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, che sarebbe stato commesso dal 2003 al 2005. Il 67enne è stato rintracciato dai carabinieri in un bungalow coperto dalla vegetazione, nel bel mezzo della campagna di Varcaturo. Dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Poggioreale: aveva già scontato 23 anni di reclusione tra i penitenziari di Napoli e Parma per associazione per delinquere, estorsione, omicidio e traffico di stupefacenti.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati