Almeno 17 sacchi con resti umani sono stati trovati su una strada rurale nel comune di Tala, nello Stato messicano occidentale di Jalisco, a circa cinque chilometri dal luogo in cui e’ stata recentemente scoperta una fossa comune con almeno 29 corpi, secondo quanto riferito dalla Procura della Repubblica. I pacchi sono stati abbandonati in un luogo sul sito noto come Las Tinajitas al chilometro 11 dell’Autostrada Ameca-Guadalajara e sono stati trovati da diverse persone che attraversavano la zona. Il luogo della scoperta è vicino al sito situato nella foresta di La Primavera, dove gli esperti forensi avevano estratto 138 sacchi con resti umani nelle ultime due settimane e in cui si continua la ricerca con il sospetto che potrebbero esserci altri sepolti. Secondo i dati della Procura di Stato, da inizio anno sono state rinvenute 27 fosse comuni clandestine con un totale di 123 corpi, di cui 28 identificati e almeno altri 20 in procinto. Si tratta di un’area dove il cartello di Jalisco Nueva Generacio’n, guidato da Nemesio Oseguera Cervantes, “el Mencho”, è più radicato. Il cartello è considerato dalle autorità messicane la piu’ grande organizzazione criminale nel Paese precedendo il cartello di Sinaloa, indebolito dopo la caduta del suo leader, Joaquin “El Chapo” Guzman.



Pubblicità'

De Luca: ‘Da Renzi scelta senza capo nè coda’

Notizia Precedente

Sicurezza: 22 arrestati e 215 indagati dalla Polfer nell’ultima settimana

Prossima Notizia