Castellammare. Il miracolo di Michele continua. Il 29enne stabiese in coma dal 13 agosto dopo il risveglio avvenuto pochi giorni fa ora comincia anche a parlare. “Mamma ti amo, portami a casa non ce la faccio più”, ha sussurrato dal lettino della clinica Sant’Anna di Crotone dove da pochi giorni ha cominciato un lungo percorso riabilitativo. Il 29enne Michele Savastano, che la sera del 13 agosto era stato investito a Vico Equense da una moto mentre attraversa la strada sulle strisce pedonali in compagnia della fidanzata Pina Di Nola (che avrebbe dovuto sposare solo una settimana dopo) fa passi da gigante verso la guarigione. La notizia del suoi miglioramento è stata data dalla sorella Margherita attraverso il suo profilo Instagram. E la fidanzata ha postato una foto di loro due sorridenti accompagnata dal commento “Dio mi sta ascoltando grazie!”.Il percorso riabilitativo naturalmente è lungo ma i progressi del giovane stabiese fanno ben sperare. In tanti sui social continuano ad esprimere vicinanza a lui e alla famiglia. La fidanzata l’altro giorno ha postato sulla sua bacheca “E nn importa qnto oggi ti sono lontana. Tu mi sei sempre a un millimetro dal cuore!ti amo vita mj”.

 

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati