Il padre di Simon Gautier: ‘Cinque domande ai pm sulla fine di mio figlio’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Perché, dove, come e a che ora è morto Simon? Perché la telefonata al 118 non ha permesso di geolocalizzarlo? Perché il 118 non l’ha aiutato a geolocalizzarsi da solo? Perché il 118 ha chiuso la telefonata? E infine, perché i soccorsi sono stati mobilitati con grande ritardo?”. Sono le cinque domande, secondo quanto riporta ‘La Repubblica’, che Dominique Gautier, padre di Simon, il 27enne escursionista morto dopo essere precipitato in un crepaccio in Cilento, il cui corpo è stato localizzato ben nove giorni dopo l’incidente, ha consegnato al procuratore di Vallo della Lucania Antonio Ricci che indaga sull’accaduto. “Vado avanti soltanto per sapere se qui è stato fatto tutto il possibile per salvare Simon”, ha aggiunto il papà del giovane.



Torna alla Home

OVER/Emergenze Teatrali: Carlo Geltrude ed Edoardo Rivoira i finalisti

Carlo Geltrude ed Edoardo Rivoira i finalisti della V edizione del progetto nazionale dedicato alla promozione di compagnie emergenti: All’Argot Studio di Roma, è terminata la prima fase del progetto OVER/Emergenze Teatrali, progetto nazionale a cura di Argot Produzioni, in networking con Nest Napoli est Teatro, FTT – Fertili Terreni Teatro...

Afragola, accoltellato alla spalla in una lite in strada

Un giovane di 24 anni è stato accoltellato alla spalla ieri sera durante una lite in strada ad Afragola. L'episodio è avvenuto all'angolo tra via Sicilia e via Veneto, dove il 24enne, incensurato, è stato aggredito da uno sconosciuto. I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Casoria sono intervenuti...

CRONACA NAPOLI