Angri, donna trovata in sala mortuaria con la faccia ricoperta dalle formiche: “Ecco perchè sarebbe morta”

Mercoledì scorso il medico legale e un internista, incaricati dalla Procura di Nocera Inferiore, hanno effettuato l’autopsia sul cadavere della 61enne
Potrebbe essere morta per problemi cardiaci, epatici o bronco pneumologici la 61enne di Angri, Raffaella Attianese, deceduta, nei giorni scorsi, all’ospedale “Scarlato” di Scafati. Si tratta della donna che è stata ritrovata dai familiari con il volto ricoperto di formiche all’interno della sala mortuaria.
Mercoledì scorso il medico legale e un internista, incaricati dalla Procura di Nocera Inferiore, hanno effettuato l’autopsia sul cadavere della 61enne. Ora si attende l’esito degli esami istologici che saranno incrociati con quelli dei medici per accertare le reali cause del decesso e se sussistano responsabilità da parte del personale sanitario che l’ha avuta in cura. Al momento non vi sono indagati. Le indagini sono partite lo scorso 13 agosto a seguito della denuncia dei familiari.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati