Scafati, il Pd: “Nessuna ombra sulla città, il sindaco chiarisca al Consiglio il caso Di Massa”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Scafati. “Nessuna ombra sulla politica cittadina: il sindaco chiarisca il caso del consigliere Alfonso Di Massa”: è questo il diktat lanciato a Cristoforo Salvati dei consiglieri comunali della coalizione Insieme per Scafati, Michele Russo, Michelangelo Ambrunzo, Alfonso Carotenuto e Michele Grimaldi dopo la notizia di un’indagine a carico di Alfonso Di Massa, il consigliere più votato alle scorse amministrative, per un presunto caso di corruzione.
Il Pd ne fa, prima ancora che un caso giudiziario che verrà chiarito nelle sedi opportune, un caso politico. “Apprendiamo dalla stampa e dalle dichiarazioni del sindaco dell’indagine di natura giudiziaria che riguarda il consigliere Di Massa, che in questi giorni in qualità di Consigliere anziano svolge anche la funzione di Presidente del Consiglio – scrivono in un comunicato i consiglieri della coalizione -. Una brutta notizia per tutta la città, che avrebbe meritato ben altro inizio dopo la gestione commissariale. La nostre indole garantista ci induce ad applicare anche in questo caso il principio di presunzione di innocenza, e il consigliere Di Massa potrà e dovrà chiarire dinanzi agli organi competenti sue eventuali responsabilità”. Il Pd rimarca l’opportunità politica di chiarire la posizione di Di Massa, uno degli interlocutori ‘privilegiati’ del sindaco Salvati e uomo chiave nella sua maggioranza, tanto da aver determinato la nomina di due rappresentanti in Giunta. “In ogni caso, ci troviamo dinanzi ad un grave problema di natura politica, confermato dalle stesse preoccupazioni espresse del Sindaco, che apprendiamo aver convocato d’urgenza una riunione di maggioranza proprio sul caso in oggetto – si legge nel comunicato -. Su questa, e su eventuali altre vicende delle quali non siamo a conoscenza, ricordiamo al sindaco che ha il dovere non solo di riferire alla sua maggioranza, ma a tutta la città e al Consiglio comunale. Nessuna ombra, o alone di ambiguità, possono essere lasciati correre in un Comune che prova a ripartire dopo lo scioglimento per camorra. Ci attendiamo scelte chiare e nette, sia sul piano individuale che politico. Ogni sottovalutazione ed ogni tentativo di minimizzare il problema saranno considerati un attacco agli interessi generali della città”.


Torna alla Home


Miglioramento dell’organizzazione dei taxi a Piazza Garibaldi a Napoli

Riunione per ottimizzare il servizio taxi Il prefetto di Napoli, Michele Di Bari, ha guidato una riunione al Palazzo di Governo per discutere delle problematiche legate alla logistica dei taxi presso la stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi. Presenti l'assessore alla Legalità e Polizia locale del Comune di Napoli, rappresentanti...

In ospedale 3 studenti e 2 insegnanti di Salerno in gita a Montecatini

Tre studenti e due insegnanti, facenti parte di una comitiva in gita scolastica da Salerno e che alloggiavano in un albergo di Montecatini Terme (Pistoia), sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso di Pescia (Pistoia), perché accusavano disturbi gastrointestinali a carattere acuto. E' quanto reso noto dall'Asl Toscana...

Marcianise, incastrato in rulli bobina: muore operaio

Tragedia sul lavoro nel Casertano. Non ce l'ha fatta l'operaio di 53 anni che ha perso la vita in un'azienda nella zona industriale di Marcianise. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, lo scorso 11 aprile la vittima, di Casoria (Napoli), stava effettuando lavori di manutenzione su una ribobbinatrice...

Napoli, evaso dal carcere di Nisida: 19enne preso ai Quartieri Spagnoli

Durante un'operazione della Polizia di Stato, un giovane di 19 anni è stato arrestato per evasione. Gli agenti della Squadra Mobile hanno intercettato il giovane mentre tentava di fuggire su uno scooter. Dopo un breve inseguimento, è stato catturato e si è scoperto che era evaso il 3 aprile scorso...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE