Perché Raffaele Cutolo è ancora così rispettato? Colloquio fuori dal carcere con la mamma di un detenuto

SULLO STESSO ARGOMENTO

Premettendo che la gente che deve essere rispettata sono chi lavora onestamente e porta la famiglia avanti senza delinquere senza truffare senza ingannare il prossimo per fini economici a suo interessa. Detto questo.Io essendo nato a Napoli e vivendo a Napoli centro, e lavorando per anni come cuoco nelle carceri campani mi sono sempre chiesto perché’ Raffaele Cutolo ancora oggi venga cosi rispettato da “detenuti” ma anche dal popolo basta leggere i commenti social.

Del resto se un premio Oscar come Giuseppe Tornatore ne face un film  delle storia di Raffaele Cutolo il figlio di contadini partito da Ottaviano alla conquista di Napoli e mezzo Sud Italia Puglia ,Lucania, Campania, tutto fini’ nelle mani del clan di Raffaele Cutolo. Lo stesso Fabrizio De Andre’ si dice che cantava quella canzone Don Raffae’ dedicato a Raffaele Cutolo  il grande giornalista deceduto anni fa, Joe Marazzo scrive addirittura un libro su Raffaele Cutolo.L’immenso Enzo Biagi intervistò Raffaele Cutolo e tanti altri si sono interessati a Raffaele Cutolo perché non era solo un camorrista ma era un che aveva un intelligenza e un carisma che andava oltre , aveva formato la NCO nuova camorra organizzata dando regole fatte di “onore” e “fedeltà” con il rispetto per  donne e bambini e con la morte per pedofili e stupratori e traditori del clan. Ovviamente Onore e Fedeltà nella mentalità camorristica.

Un giorno io ero  fuori un carcere cittadino  incontrai una signora anziana andava a colloquiato che aveva un figlio in carcere e un altro glielo avevano ammazzato . E mentre io aspettavo il mio turno per andare a lavoro e lei aspettava per entrare a colloquio parlammo del più e del meno finché si andò a finire sul parlare delle cronache dei giornali, del fatto che Raffaele Cutolo non si vuole pentire !!!! E la signora che con  un  figlio ammazzato era uno dei fedelissimi di un clan cittadino parlando di Raffaele Cutolo  mi disse: ‘Lo sa perché Cutolo viene rispettato ancora? Perché è un vero uomo, nel senso che ha sbagliato ma non si è mai venduto i suoi uomini per la sua libertà per un mega villa, per uno stipendio di stato.Mentre mio figlio che era un fedelissimo di un clan cittadino potentissimo prima lo fatto fare tanti guai e poi per colpa del clan me lo hanno ammazzato, e sapete che i signori guappi la famiglia del capo clan e fratelli adesso  sono tutti pentiti cioè collaboratori di giustizia si sono cantati tutti i loro uomini facendoli arrestare e mandandoli al 41 bis e loro ? Sono pentiti in località segreta a fare la bella vita a spese dello stato.

    La signora  con tanta rabbia mi dice ancora: ‘Ecco Raffaele Cutolo  è un’altra cosa un altro uomo mica uno che si vende madre e padre per un euro, come questi qui… Raffaele Cutolo è un uomo vero con le palle(attributi) si sta facendo la carcerazione da oltre mezzo secolo al 41 bis, senza mai vendere i suoi uomini del suo clan’. Allora io faccio notare alla  signora  che Raffaele Cutolo è stato il più sanguinario dei boss della camorra. E lei: ‘Certo io ho 68 anni ricordo bene la guerra tra i cutoliani che venivano dai paesi Ottaviano Nola , San Giuseppe Vesuviano, e quella della famiglie storiche napoletane, tutto inizio per le pressione di Raffaele Cutolo che impose di pagare alle famiglie napoletane la tangente a ai cutoliani sul contrabbando di sigarette’. La signora aggiunge Raffaele Cutolo ha fatto anche tanto bene non solo ai suoi paesani ma  anche a Napoli centro molti diventarono cutoliani per il suo carisma il suo essere un vero capo un vero leader, pagava le mesate alle famiglie dei detenuti aiutava le giovani coppie che non si potevano sposare sapete qunte persone andavano al paese(Ottaviano) a chiedere aiuto a Raffaele Cutolo per problemi economici, e non solo. Pensi che persino ai Quartieri c’erano i cutoliani, e anche nel mio rione Forcella c’era chi anche non essendo affiliato sottovoce diceva si ma Raffaele Cutolo e’ nata cos.,nun e’ comm e’ chisti ca’….(intendendo ai malavitosi del Rione).

    E sempre la signora mi dice: ‘Raffaele Cutolo faceva le cose grosse era immischiato con i politici con gli appalti delle  strade delle costruzioni gli appalti delle grandi opere, mica era un semplice malavitoso faceva tremare anche  i sanguinari brigatisti rossi, come si è visto sul caso del politico… come si chiamava?.. mo non ricordo’. Ed io suggerisco chi Ciro Cirillo ? E la signora: ‘Si se ne parla ancora in tv’. Poi la signora aggiunge: ‘Raffaele Cutolo mica andava a rompere le scatole al povero fruttivendolo al povero gommista al povero macellaio come questi di oggi che sono dei sciacalli da 4 soldi. Poi Raffaele Cutolo e glie lo dico  faceva ammazzare stupratoti e pedofili aveva regole d’onore’. Ma io cerco di fare capire alla signora che lo stato deve processare e condannare quei reati cosi orribili  come stupri e pedofilia, non certo un boss della camorra. Eh io dico: ‘Signora ma lo sa’ che la camorra è solo morte e carcerazione?’ Eh lei mi risponde: ‘E’ certo che lo so, ho una famiglia distrutta, specie questi camorristi di oggi non si pentono per davvero, ma si pentono per non farsi la carcerazione e fanno la bella vita , a spese dei loro compagni di camorra che finiscono tutti al 41 bis’ . Io dico: ‘Allora signora  su una cosa siamo d’accordo che la camorra è morte e carcerazione’. Lei: ‘Si su questo siamo d’accordo’. E signora diciamolo che la camorra è una mer….e lei mi fa: ‘Si quella di oggi sicuramente !!!’. E io aggiungo sempre:’Anche quella di ieri’ .

    La camorra è morte e carcerazione! Vi conviene finire ammazzati o a vita in galera? Non è meglio andare a lavorare?

    Giuseppe Ferrara (Fiero di essere un lavoratore e figlio di lavoratori)

    YouTube video


    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli, giallo in piazza Garibaldi: trovato nordafricano con la gola tagliata

    Napoli. Giallo questa mattina in piazza Garibaldi dove intorno...
    DALLA HOME

    Infortunio Osimhen in Nazionale: stop di un mese

    Infortunio Osimhen: un nuovo stop per l'attaccante del Napoli, attualmente impegnato con la nazionale nigeriana. L'ex capocannoniere del campionato italiano ha subito un infortunio che lo costringerà a saltare le partite di qualificazione ai Mondiali contro Sudafrica e Benin. L'annuncio è stato dato dall'account X della selezione africana, che ha informato...
    TI POTREBBE INTERESSARE

    ULTIME NOTIZIE