Napoli Teatro Festival Italia: la danza contemporanea di Alexandre Roccoli e Julie Cunningham

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si chiude con due artisti internazionali, che debuttano in prima nazionale a Napoli, la sezione Danza della dodicesima edizione del Napoli Teatro Festival Italia: domani martedì 2 luglio nella Chiesa di Donnaregina Vecchia, alle ore 21.00, in scena Hadra, spettacolo del coreografo francese figlio di minatori di origine italiana Alexandre Roccoli, programmato in collaborazione con la Francia in Scena, stagione artistica dell’Institut français Italia, realizzata su iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, con il sostegno dell’Institut français e della Fondazione Nuovi Mecenati (in replica mercoledì 3 luglio ore 21.00).
Ideato inizialmente nel 2017 al Musée de l’Histoire de l’Immigration per il danzatore marocchino Yassine Aboulakoul – poi affiancato dal fratello Youness – il lavoro trae ispirazione dalle danze praticate dalle confraternite gnawa in Marocco, ma anche dalla cultura contemporanea urbane, spaziando dall’hip hop alla musica house.
Dalla scena della danza contemporanea britannica arriva l’artista scozzese Julie Cunningham, che debutta in Italia con la coreografia M/Y, spettacolo programmato in collaborazione con il British Council, in scena alle ore 20.00, mercoledì 3 luglio, al Teatro Trianon-Viviani. Lo spettacolo, pensato per sei danzatrici, indaga l’identità del corpo e del suo stato emozionale e si propone di dare voce creativa al dialogo con la comunità LGBTQ+. M/Y fa infatti parte di un più ampio lavoro sul corpo lesbico: evoca la fisicità femminile per attirare uno sguardo femminile.
E sempre il corpo è al centro dei lavori della giocoliera, artista e regista francese – fondatrice della compagnia Non Nova – Phia Menard, che mercoledì 3 luglio al Teatro Politeama (ore 21.30), nell’ambito della sezione Internazionale, presenta per la prima volta in Italia la sua nuova performance commissionata da Documenta 14 di Kassel, Contes Immoraux Parte 1: Maison mère. Ispirandosi alla casa di Atena, il Partenone, che proteggeva il tesoro della città, la Menard immagina una casa di protezione per l’Europa e costruisce un villaggio Marshall a dimensioni reali, in cartone. Anche questo spettacolo è programmato in collaborazione con la Francia in Scena.
Il Napoli Teatro Festival Italia, diretto per il terzo anno da Ruggero Cappuccio, organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival, ha accolto nella sua programmazione 12 spettacoli (di cui 9 prime nazionali) per la sezione Danza e 2 lavori della Sezione Laboratori dedicati alla scena contemporanea internazionale della danza.
Dall’Inghilterra alla Scozia, dalla Francia al Brasile, e ancora dall’Argentina, Siria, Libano, Grecia e Italia: artisti provenienti da tutto il mondo hanno avuto la possibilità di presentare le loro nuove creazioni a Napoli.


Torna alla Home


Napoli, cittadino dello Sri Lanka ridotto in fin di vita in una lite ai Ponti Rossi

Si è trasformata in tragedia una festa tra cittadini stranieri nella zona dei Ponti Rossi a Napoli culminata in una lite con accoltellamento. Un uomo di 31 anni originario dello Sri Lanka si trova infatti ricoverato in pericolo di vita all'ospedale Cardarelli dove è stato trasportato poco dopo la mezzanotte. Secondo...

Napoli, nigeriano fermato mentre tenta di violentare una donna

Un uomo di nazionalità nigeriana è stato fermato dagli agenti della polizia municipale di Napoli mentre cercava di compiere un'aggressione sessuale. L'episodio si è verificato in via Marchese Campodisola, vicino a piazza Bovio, dove il sospetto stava molestando una donna. I cittadini che hanno assistito alla scena hanno  avvertito la...

Eboli, morto anche l’anziano coinvolto nell’incidente costato la vita ai due carabinieri

E' morto l'anziano coinvolto nell'incidente stradale lungo la statale tra Eboli e Campagna della scorsa settimana in cui morirono i due carabinieri: l’appuntato scelto Francesco Ferraro, 27 anni, e il maresciallo Francesco Pastore di 25, entrambi pugliesi. Il 75enne Cosimo Filantropia era ricoverato in gravi condizioni dalla notte dell'incidente. E...

Napoli, inchiesta sul vessillo del figlio del boss durante la processione dei Fujenti

E' stata aperta un'inchiesta per risalire ai responsabili che durante la processione dei Fujenti della Madonna dell'Arco nei giorni scorsi al rione Traiano hanno alzato il vessillo di Fortunato Sorianiello, detto Foffy ucciso nel 2014 da un clan rivale in un agguato mentre si trovava in un salone di...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE