Bufera procure, Roberti: ‘Aboliamo le carriere per i magistrati’

“Aboliamo le carriere dei magistrati, non sono previste dalla Costituzione, come spiega l’art. 107: abolire le carriere significa togliere acqua al correntismo ed al clientelismo. Stiamo vivendo uno spettacolo indecente con l’inchiesta di Perugia”. A spiegarlo Franco Roberti, europarlamentare del PD ed ex capo della Procura Nazionale Antimafia, in un intervento su Radio Crc. “Linguaggio riprovevole quello che emerge dalle intercettazioni-aggiunge – Pignatone è stato un eccellente procuratore di Roma, quando si parla di discontinuità del lavoro di Pignatone, per me è uno degli aspetti inquietanti di questa vicenda: perché avere discontinuità rispetto ad un grande lavoro fatto? Mettere a margine i magistrati più bravi è un qualcosa che è tornato ciclicamente nella storia del CSM come con Falcone e Borsellino”.Per quanto riguarda infine la protesta a Poggioreale e il sovraffollamento nelle carceri, Roberti ha ricordato che “All’epoca, Andrea Orlando presento’ una riforma che potrebbe essere determinante. Al Ministero della Giustizia si discute dell’apertura di nuovi istituti penitenziari”. 

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati