Napoli. Avrebbe aiutato il fratello Armando per uccidere Salvatore Nurcaro: resta in carcere Antonio, il 18enne napoletano fermato sabato scorso. Il Gip di Nola Daniela Critelli ha convalidato il provvedimento di fermo emesso dai pm antimafia di Napoli nei confronti del 18enne accusato, insieme con il fratello, per il quale il Gip di Siena ha convalidato oggi il fermo, di avere premeditato il tentato omicidio di Salvatore Nurcaro, 32 anni, compiuto nel pomeriggio dello scorso 3 maggio, durante il quale sono stati feriti gravemente Nurcaro, Noemi, di appena 4 anni, che si trovava in piazza Nazionale insieme con la nonna, anche lei rimasta ferita ma lievemente.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati