Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Attualità

Rapinato e picchiato a sangue in provincia di Firenze, commerciante salernitano riceve la solidarietà di Salvini

Pubblicato

in



Originario di , piccolo comune della provincia di Salerno, un commerciante è stato picchiato e rapinato mentre lavorava nella sua tabaccheria-ferramenta, in Piazza Cavour a , in provincia di Firenze. Si tratta di che da anni ormai si è trasferito in Toscana per lavorare.
Il fatto è avvenuto lunedì scorso in pieno giorno, alle 14, quando in piazza Cavour si fermano gli autobus che riportano gli studenti di scuole medie e superiori in città. La piazza era quindi gremita ma nessuno si è accorto di niente. Massimo ha visto entrare tre uomini a volto scoperto, lo hanno portato nel corridoio del negozio dove si trova una stanza piuttosto nascosta. Lui ha capito che i tre volevano tenergli una trappola, è quindi fuggito verso l’entrata ma non ci è riuscito. I rapinatori lo hanno portato nella stanzetta dove hanno iniziato a picchiarlo selvaggiamente: cazzotti, calci al costato e altro. I malviventi hanno portato via l’incasso del negozio ma il danno è ancora da quantificare. Adesso Massimo è ricoverato all’ospedale dei Borgo San Lorenzo: ha due costole rotte, l’oso sacro fratturato e tumefazioni al collo e al volto.
Ha incontrato anche il vice premier e ministro dell’Interno Matteo che gli ha espresso la sua solidarietà in un video dichiarando: “La sicurezza è una necessità anche in pieno giorno, anche in pieno centro. Sto assumendo nuove forze dell’ordine e accedendo più telecamere. I delinquenti devono avere paura”.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavirus, impennata di morti in Italia: sono 24 ma calano i contagi (1638)

Pubblicato

in

coronavirus contagi italia

Coronavirus, impennata di morti in Italia: sono 24 ma calano i contagi (1638). Dato piu’ alto di decessi dal 7 luglio.

 

Impennata dei decessi per Coronavirus: sono stati 24 nelle ultime 24 ore; ieri erano stati 10. Un dato cosi’ alto non si registrava dal 7 luglio, quando le vittime erano state 30. In calo invece i nuovi contagiati: 1.638, contro i 1.907 di ieri. In lieve aumento i tamponi: ne sono stati processati 103.223. Cosi’ i dati del ministero della Salute. Il totale delle vittime ha cosi’ raggiunto quota 35.692, quello dei casi positivi 296.569. In Lombarda il maggior aumento dei cedessi (+9).

La regione con piu’ casi e’ la Lombardia (243), seguita da Lazio (197), Veneto (186) e Campania (149). A zero casi la Valle d’Aosta, mentre segnala zero anche l’Abruzzo che pero’ comunica che non sara’ possibile elaborare i dati oggi e domani, quindi si avra’ il cumulativo lunedi’ (ieri aveva registrato 54 contagi). Il totale dei casi dall’inizio dell’epidemia sale a 296.569, mentre con l’incremento odierno i decessi arrivano a 35.692.

In crescita costante il numero dei guariti, 909 oggi (ieri 853) per un totale di 217.716. Anche per questo rallenta la crescita del numero degli attualmente positivi, oggi +704 contro i 1.044 di ieri, e sono 43.161 in tutto. Sul fronte ricoveri, dopo giorni si registra una diminuzione di quelli ordinari, 7 in meno, 2.380 in tutto, mentre le terapie intensive tornano a salire dopo il calo di ieri e sono 7 in piu’, 215 totali. Le persone in isolamento domiciliare sono 40.566, 704 piu’ di ieri

Continua a leggere



Attualità

Coronavirus,chiusa la scuola dei VIP di Roma a piazza di Spagna

Pubblicato

in

Uno studente  è risultato positivo al Covid e il preside dell’istituto San Giuseppe De Merode, liceo privato di Roma “VIP” che si trova in piazza di Spagna, ha optato per la chiusura temporanea dell’istituto scolastico.

A seguito di una positività al Covid riscontrata in un giovane studente,il preside del Liceo Privato San Giuseppe De Merode, scuola frequentata da molti “VIP” , nonostante la Asl romana abbia dato indicazioni ad isolare unicamente gli alunni e i docenti venuti a contatto con il ragazzo, ha preferito di chiudere temporeamente la scuola fino al 1° ottobre. Lo riferisce Il Corriere della Sera.

Infatti la decisione è stata presa per evitare possibili contagi ma anche per evitare complicazioni visto che il liceo è frequentato da moltissimi ragazzi appartenenti a famiglie “vip” della città.
Inoltre a seguito di questa decisione è stata annullata anche la cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico, prevista per sabato 26 settembre.In ogni caso le lezioni previste saranno comunque svolte online.

Il Collegio San Giuseppe – Istituto De Merode ,è una scuola cattolica diretta dai Fratelli delle Scuole Cristiane, congregazione di religiosi fondata nel 1680 da S. Giovanni Battista De La Salle. Presso l’Istituto hanno studiato molti volti noti d’Italia di oggi e di ieri, tra cui l’attuale presidente del Coni, Giovanni Malagò, il suo predecessore, Gianni Petrucci, i politici Ignazio Marino e Antonio Tajani, lo scomparso direttore del Messaggero, Pietro Calabrese, e il poeta romano Trilussa.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette